Achim Podak lascia la SRF

Achim Podak ha deciso di terminare il suo lavoro alla SRF. Dall'inizio del 2021 è responsabile dei progetti speciali e delle collaborazioni nel dipartimento cultura. In precedenza ha diretto il dipartimento "TV e Video" all'interno del dipartimento cultura per dieci anni. Achim Podak vuole ora assumere nuovi compiti al di fuori dell'azienda.

Podak è entrato in quella che allora era Schweizer Fernsehen nel 2005 da ARD, prima come redattore e poi come produttore di "Kulturplatz". Ha ampliato la copertura cinematografica del settimanale di cultura e ha sviluppato la rivista di cinema "Box Office", che ha curato dal 2009 al 2011.

In seguito alla fusione di radio e televisione, Achim Podak ha assunto nel 2011 la responsabilità generale di un gran numero di redazioni e formati giornalistici culturali come capo divisione. In questo ruolo, ha partecipato all'espansione della cronaca scientifica alla SRF e l'ha legata, oltre che ai temi culturali, ancora più strettamente alla cronaca d'attualità del dipartimento d'informazione. Come project manager, le responsabilità di Achim Podak negli ultimi anni hanno incluso la serata a tema nazionale "Dataland" e il focus culturale "SRF Menschmaschine".

Nell'ambito della trasformazione "SRF 2024", la direzione dell'esistente dipartimento "TV e Video" è stata trasferita a Kathrin Ruther e allo stesso tempo trasferita al nuovo dipartimento "Società e Conoscenza". Achim Podak è da allora responsabile dei progetti speciali e delle cooperazioni nello staff del capo del dipartimento della cultura. Ora ha deciso di lasciare SRF alla fine di luglio 2021 per dedicarsi a nuovi compiti al di fuori dell'azienda.

(Visitato 147 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento