Controversia di lavoro SDA: Reko e sindacati soddisfatti

La commissione di redazione (Reko) del SDA, il sindacato Syndicom e l'associazione professionale Impressum erano sostanzialmente soddisfatti dell'accordo davanti ai media mercoledì a Berna.

sda-streik

"Siamo alla fine di una maratona. 148 giorni dopo lo sciopero della redazione della SDA, è stato firmato un accordo", ha detto il membro della Reko Sebastian Gänger alla conferenza stampa. Lo sciopero, che la redazione aveva portato avanti come un fronte unito, aveva dato i suoi frutti. Ha detto che il risultato è stato particolarmente piacevole per i dipendenti oltre i 60 anni, ma che ha lasciato l'amaro in bocca, dato che un accordo avrebbe potuto essere raggiunto già a metà febbraio durante i negoziati con il consiglio di amministrazione.

Originariamente, era stata prevista una riduzione di 35,6 posti di lavoro. A causa di licenziamenti, riduzioni di personale e circa 25 partenze volontarie negli ultimi mesi e settimane, la riduzione è ora più grande di quanto originariamente previsto, secondo Gänger. Anche la vicepresidente del sindacato Syndicom, Stephanie Vonarburg, vede il risultato finale come un buon risultato. Il punto centrale è che gli over 60 hanno la scelta di accettare la rioccupazione o di andarsene secondo il piano sociale.

"La stessa paga e le stesse condizioni di prima e la protezione contro il licenziamento per gli over 60, non l'abbiamo mai avuta prima nell'industria dei media", ha detto Vonarburg. Inoltre, le indennità di licenziamento sono vere e proprie indennità di licenziamento, poiché non sono legate ad altre condizioni. Il segretario centrale di Imprint, Michael Burkard, ha descritto l'accordo come un "risultato relativamente buono". In vista dei milioni di dividendi versati, tuttavia, erano solo "briciole dalla tavola degli editori". Imprint spera in una maggiore lungimiranza e competenza sociale da parte del consiglio di amministrazione fuso. (SDA)

(Visitato 40 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento