Sunrise e Salt fanno causa comune nell'espansione delle fibre ottiche

Dieci anni dopo la fusione fallita, Salt e Sunrise stanno unendo le forze per espandere la rete in fibra ottica. Così facendo, vogliono formare un contrappeso al leader del settore Swisscom. Tuttavia, questo non è un nuovo inizio per un matrimonio.

hand-853188_1280

In particolare, Sunrise e Salt fondano la nuova joint venture "Swiss Open Fiber" per posare 1,5 milioni di nuove linee in fibra ottica nelle case (FTTH) nei prossimi cinque-sette anni. Questo connetterebbe oltre il 70 per cento della popolazione alle autostrade di dati ultraveloci. Questo sarebbe circa il doppio di oggi, hanno annunciato martedì Salt e Sunrise.

Un totale di 3 miliardi di franchi svizzeri sarà investito nell'espansione. "Questo è un programma ambizioso", ha detto Marc Furrer, presidente del consiglio di amministrazione della nuova società. Il mercato dell'internet ad alta velocità sta ricevendo una nuova spinta dopo aver vacillato negli ultimi anni. I consumatori dovrebbero beneficiare di una ripresa del mercato delle telecomunicazioni con prezzi favorevoli.

Furrer è una figura di spicco: come presidente della Commissione Federale delle Comunicazioni Comcom, ha impedito una proliferazione di costruzioni in fibra ottica una buona decade fa, impegnando l'industria a standard uniformi per lo sviluppo, come la presa in fibra ottica negli appartamenti con quattro connessioni.

Furrer ha detto: "Credo nel successo dell'espansione della fibra ottica, che abbiamo iniziato dieci anni fa con molto cuore e anima". Ora dobbiamo andare avanti. "È una mia preoccupazione personale raggiungere ora l'obiettivo per cui ci battevamo allora". Ecco perché ha assunto la presidenza del consiglio di amministrazione della nuova joint venture. "Si tratta di un vero programma d'impulso per l'economia svizzera attraverso la costruzione di potenti infrastrutture di comunicazione.

 

Costruzione di fibre ottiche nell'Agglos

Dal momento che le città interne sono già in gran parte collegate alle linee di dati veloci, l'attenzione è sugli agglomerati, ha detto il CEO di Salt Pascal Grieder. "Nelle zone rurali, sarà molto probabilmente difficile decollare economicamente". Lì, la nuova tecnologia mobile 5G sarà probabilmente il leader.

È ancora troppo presto per dire dove avrà luogo la costruzione concreta, ha detto Grieder. Sono già in trattative con varie parti, ha detto. "Ci aspettiamo di iniziare la costruzione già nel quarto trimestre", ha detto il capo della Sunrise André Krause.

La nuova joint venture Swiss Open Fiber vuole cooperare con le compagnie elettriche locali nella costruzione delle fibre ottiche, ha detto Furrer a margine della conferenza in un'intervista all'agenzia di stampa AWP. Sarebbe più veloce portare la fibra fino alle case se si potessero usare i condotti vuoti delle EWs. "Non vogliamo certo distruggere le strade". La costruzione verrebbe affidata ad appaltatori generali.

 

Aperto anche per Swisscom

Inizialmente, Sunrise e Salt utilizzeranno le nuove linee in fibra ottica. Ma anche altri fornitori di telecomunicazioni sono invitati a portare i loro servizi ai clienti su questa infrastruttura, ha detto il capo di Sunrise Krause. Viene offerta una piattaforma aperta.

Ciò significa che la nuova rete in fibra ottica è accessibile anche a Swisscom, ha detto il CEO di Salt Pascal Grieder: "Siamo aperti a tutti i partner di rete e di vendita. Non si tratta di creare un nuovo monopolio".

Swisscom si è mostrata aperta alle trattative. "Come in passato, stiamo esaminando le possibilità di cooperazione", ha detto il portavoce di Swisscom Sepp Huber.

Grieder ha anche fatto appello ai comuni e alle EW che giocheranno con l'idea di costruire la fibra ottica per farsi avanti: "Siamo lì e vogliamo costruire rapidamente".

 

Portare a bordo un investitore finanziario

Sunrise e Salt non vogliono gestire l'espansione da un miliardo di euro da soli. Porteranno un investitore finanziario a bordo, che dovrebbe finire per possedere circa la metà della joint venture, ha detto Krause. Questo è possibile perché ci sono molti investitori in infrastrutture sul mercato dei capitali che sono disposti a sostenere tali progetti.

Sunrise e Salt beneficiano così dei bassi tassi d'interesse sul mercato dei capitali. Alla luce di questi bassi tassi d'interesse, gli investitori sono alla disperata ricerca di investimenti che generino rendimento.

 

Nessun nuovo progetto di matrimonio

Tuttavia, la cooperazione in fibra ottica non è un nuovo inizio per un matrimonio tra Salt e Sunrise. "Una fusione tra Sunrise e Salt non è all'ordine del giorno", ha detto il CEO di Sunrise André Krause.

Una fusione dei due concorrenti di Swisscom era stata vietata dalla Commissione federale della concorrenza Weko dieci anni fa. Non ci sarà nemmeno una fusione delle reti di telefonia mobile, ha detto Krause. Questo perché sia Sunrise che Salt hanno già venduto le loro antenne di telefonia mobile alla società spagnola Cellnex.

"Stiamo cooperando qui sulle fibre ottiche perché ha senso per entrambe le aziende essere coinvolte anche come aziende indipendenti", ha detto Krause. I vantaggi economici sono evidenti.

È piccante che Marc Furrer, come presidente di Comcom, aveva sempre sostenuto una fusione delle reti mobili di Sunrise e Salt. Ora questo stesso Furrer è presidente della nuova società congiunta di fibre ottiche. (SDA)

(Visitato 54 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento