Nestlé non può proteggere il marchio di cibo per gatti Gourmet

Nestlé ha fallito davanti al Tribunale amministrativo federale. Il logo del cibo per gatti non è abbastanza unico.

gourmet-t

Il cibo per animali domestici è uno dei mercati in crescita di Nestlé. Già un franco su otto dei 91,4 miliardi di fatturato annuo è generato con cibo per i nostri compagni a quattro zampe. La concorrenza di Mars (Whiskas, Sheba, Cesar) è ancora potente, ma la multinazionale di Vevey vuole recuperare terreno su di loro.

Nestlé ha subito una battuta d'arresto nel diritto dei marchi. Come il La Svizzera nel fine settimana scrive nel suo numero attuale, l'azienda voleva registrare il logo Gourmet rivisto nel registro dei marchi svizzeri. Tuttavia, l'Istituto Federale della Proprietà Intellettuale (IGE) ha respinto la richiesta di protezione. Ne è seguita una battaglia legale di tre anni, e il Tribunale amministrativo federale ha ora confermato la valutazione dell'IPI: il logo Gourmet non è considerato abbastanza unico da poterlo proteggere secondo il diritto dei marchi.

 

Possibile un ulteriore ricorso al Tribunale federale

Di fronte al La Svizzera nel fine settimana una portavoce di Nestlé ha detto che la decisione è stata annotata. Tuttavia, non ha detto se accetterà la decisione o la porterà al Tribunale federale di Losanna. Tuttavia, la decisione non ha alcun effetto sui diritti esistenti e sull'uso del marchio in Svizzera e in Europa.

Il marchio Gourmet esiste da oltre 30 anni e ora fa parte del marchio Purina di Nestlé per il cibo per animali domestici. Gourmet è venduto in oltre 40 paesi. Nestlé vede ancora molto potenziale nel settore del pet food. Un anno fa, per esempio, il gruppo ha acquistato una quota di maggioranza nella società online Tails.com, specializzata in cibo personalizzato per animali. Le persone che creano un profilo del loro cane possono mettere insieme un piano alimentare personalizzato (taglia, peso, razza, ecc.).

(Visitato 29 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento