La Conferenza del Circolo ha accolto 880 persone

Giovedì, "The Circle Conference" ha avuto luogo nel nuovo Circle Convention Center all'aeroporto. 880 visitatori sono stati ispirati dai 19 relatori e dalle discussioni di esperti sul futuro dell'industria MICE e su altri temi attuali come l'innovazione, la digitalizzazione, la mobilità e molto altro. Inoltre, 70 espositori hanno presentato i loro servizi MICE.

"Con The Circle Conference in anteprima nel nuovo Circe Convention Center, abbiamo colpito il nervo del tempo esattamente al momento giusto e abbiamo dato il segnale di partenza per il nuovo inizio dell'industria MICE. La Circle Conference ha mostrato chiaramente che il pubblico specializzato è affamato di eventi dal vivo con contatti personali in loco ed è sovrasaturo di offerte virtuali", dice l'organizzatore Oliver Stoldt, che è estremamente soddisfatto. Stefan Feldmann, Head The Circle, Zurich Airport, è anche soddisfatto del successo del primo grande evento nel Convention Center dall'apertura del Circle: "Il feedback positivo del settore MICE oggi dimostra che le strutture congressuali flessibili direttamente all'aeroporto di Zurigo soddisfano un'esigenza del mondo di oggi."

La fiera con forum è stata organizzata da Janin Heukamp e Oliver Stoldt del MICE Service Group Switzerland in collaborazione con i partner ospitanti Zurich Airport, The Circle Convention Center, Hyatt Regency Zurich Airport The Circle e Hyatt Place Zurich Airport The Circle. Heukamp si è sentito confermato dal successo "che la fiera ha senso solo se si nutre di uno scambio genuino e di incontri reali".

In una discussione tra esperti, il presidente di HotellerieSuisse Andreas Züllig, l'esperto di epidemie e consulente Daniel Koch, l'organizzatore del festival jazz e presidente della comunità di St. Moritz Christian Jott Jenny, Oliver Stoldt e Stefan Feldmann hanno dato uno sguardo al futuro del business MICE. È emersa chiaramente l'opinione che nel settore dei congressi e degli eventi, oltre alle classiche soluzioni di presenza, anche gli strumenti digitali in rapido sviluppo - sia in loco che online - prenderanno piede e sono un'aggiunta gradita per concetti lungimiranti e creativi.

Daniel Koch ha sottolineato che la gente dovrà vivere con il virus per molto tempo. "Ma le misure saranno ridimensionate e diventerà di nuovo abbastanza normale nei prossimi anni", ha spiegato Koch. Per Christian Jott Jenny era chiaro che non si possono digitalizzare i concerti. Per esempio, ha detto, il Festival da Jazz a St. Moritz con il concetto 3G avrà luogo in diretta la prossima settimana. Ma gli organizzatori avrebbero dovuto imparare a gestire i nuovi strumenti digitali. Andreas Züllig ha notato che non c'è sostituto per il contatto sociale tra le persone. Ha stimato che ci sarà una forma mista, soprattutto per gli eventi più piccoli. Forse ci saranno meno congressi molto grandi in futuro che prima della pandemia. Züllig e Jenny erano ottimisti per la prossima stagione estiva nelle regioni di montagna, ma meno per i luoghi che contano sulla clientela internazionale.

Da sinistra a destra: Thomas Feldmann, Oliver Stoldt, Christian Jott Jenny, Daniel Koch e Andreas Züllig. (Immagine: The Circle)

Programma eccezionale, networking e mostra

Oltre alla discussione sul futuro dell'industria MICE, The Circle Conference ha offerto un ampio programma con relatori selezionati, workshop, discussioni tecniche e sul palco. Il concetto di fiera interattiva ha permesso alle 70 destinazioni, hotel per conferenze, fornitori di incentivi, location per eventi e luoghi di incontro di entrare in contatto diretto con i visitatori.

Tra gli oratori c'erano il pioniere dell'impulso solare Bertrand Piccard, l'ex signor Corona Daniel Koch e il presidente onorario del FC Basel Bernhard Heusler. L'esperta internazionale Sita Mazumder e gli esperti German Ramirez e Reto Wampfler hanno parlato di digitalizzazione, innovazione, social selling e change management. L'esperto Leonie Müller, l'ex arbitro della FIFA Urs Meier, il gruppo di piloti donne #clearedtoland, il pilota professionista Philip Keil e il "re dei borseggiatori" Christian Lindemann hanno parlato di temi come il nuovo lavoro, la comunicazione, la leadership e la mobilità. La Circle Conference è stata moderata dalla giornalista economica ed esperta di Cina Martina Fuchs e dal presentatore di SRF Florian Inhauser.

(Visitato 334 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento