L'Iniziativa Digitale Svizzera diventa internazionale al WEF con il Digital Trust Label

Con l'applicazione dell'azienda tedesca Wefox, il marchio di fiducia digitale dell'Iniziativa Digitale Svizzera (ISD) viene assegnato per la prima volta al di fuori della Svizzera. È destinato a fungere da sigillo di fiducia nel mondo digitale.

Nel gennaio 2022, l'Iniziativa Digitale Svizzera ha lanciato il primo marchio di fiducia digitale. In occasione del World Economic Forum di Davos, lo SDI ha annunciato che il marchio è stato assegnato a cinque aziende svizzere e ai loro servizi digitali e che altre 14 aziende si sono impegnate a seguire il processo di assegnazione del marchio nel 2022.

Inoltre, l'Unicef Svizzera e Liechtenstein è la prima organizzazione non profit ad aggiungere un ulteriore livello di fiducia al suo processo di donazione online con il marchio.

Con l'applicazione dell'azienda tedesca Wefox, il marchio di fiducia digitale viene assegnato per la prima volta al di fuori della Svizzera. Con il progetto pilota del marchio per un'azienda tedesca, l'Iniziativa Digitale Svizzera apre il processo di richiesta del marchio alle organizzazioni europee impegnate nella responsabilità digitale.

L'etichetta di fiducia digitale ha lo scopo di comunicare l'affidabilità di un'applicazione o di un'app digitale in un linguaggio chiaro, visivo e non tecnico, comprensibile a tutti. Simile a un'etichetta biologica o a una tabella nutrizionale, la Digital Trust Label funge da sigillo di fiducia nel mondo digitale.

Digital Trust: 19 organizzazioni sono già a bordo

Il Digital Trust Label, lanciato nel gennaio 2022, è stato assegnato a cinque aziende svizzere e ai loro servizi digitali. I primi pionieri del Digital Trust sono Swiss Re, Swisscom e Credit Suisse, oltre alle due start-up PeopleWeek e Credit Exchange. Altre 14 organizzazioni si sono impegnate per la responsabilità digitale e seguiranno il processo per ricevere la Digital Trust Label nel 2022. I loro servizi digitali saranno valutati in base a 35 criteri su quattro dimensioni: Sicurezza, privacy, affidabilità e interazione equa con gli utenti. Il catalogo dei criteri è stato redatto da uno speciale comitato di esperti in materia di etichettatura guidato dal Politecnico federale di Losanna (EPFL) e ulteriormente sviluppato sulla base dei riscontri ottenuti da diverse consultazioni pubbliche.

Pionieri della fiducia e della responsabilità digitale in Europa

Wefox, l'innovativa compagnia assicurativa, sarà presto la prima azienda non svizzera ad applicare il marchio alla propria app. In occasione della conferenza dei media SDI al WEF 2022, Julian Teicke, CEO di Wefox, ha dichiarato: "In qualità di assicuratore digitale, sappiamo che la fiducia deve essere guadagnata nel mondo digitale. Siamo orgogliosi di essere tra i primi a ricevere il marchio Digital Trust. Lavoreremo con l'Iniziativa Digitale Svizzera per rendere la fiducia digitale non solo una priorità, ma un movimento dall'Europa al mondo."

L'Unicef Svizzera e Liechtenstein è la prima organizzazione non profit che inizierà a utilizzare il marchio per il suo processo di donazione online. Bettina Junker, Direttrice Unicef Svizzera e Liechtenstein: "Per noi è fondamentale che i sostenitori dell'Unicef Svizzera e Liechtenstein possano contare su un trattamento sicuro dei loro dati e che il nostro processo di donazione soddisfi i più alti standard di responsabilità digitale."

Anche in Svizzera, la responsabilità digitale delle aziende è evidente. Con Coop.ch, il primo rivenditore svizzero si è impegnato a sottoporsi al processo di revisione e a rendere il proprio servizio ancora più orientato all'utente. Philipp Wyss, CEO Coop: "Coop è sinonimo di massima sostenibilità e qualità. I nostri clienti sono la nostra priorità assoluta. Questo vale anche per l'affidabilità della nostra esperienza digitale".

Possono candidarsi organizzazioni di tutta Europa

Con il primo Label Pilot per un'azienda tedesca, l'Iniziativa Digitale Svizzera apre il processo di candidatura alle aziende di tutta Europa che si impegnano nella responsabilità digitale.

Doris Leuthard, ex consigliera federale e presidente dell'Iniziativa Digitale Svizzera: "Siamo orgogliosi di avere l'Unicef Svizzera e Liechtenstein come prima organizzazione non profit e Wefox come primo caso d'uso europeo della Digital Trust Label. I leader di mercato del futuro sono organizzazioni che vivono la responsabilità digitale".

Niniane Paeffgen, direttore generale di Iniziativa Digitale Svizzera, aggiunge: "Il marchio agisce come strumento di soft law e consente alle organizzazioni di fare un passo avanti in termini di responsabilità digitale mettendo in pratica i principi".


Per saperne di più sul Etichetta Digital Trust.

(Visitato 151 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento