Campfire implementa un nuovo sito web per la protezione dei bambini in Svizzera

Protezione Bambini Svizzera modernizza il suo sito web e vuole porre le basi per la digitalizzazione delle sue attività. Campfire è responsabile della realizzazione del sito web.

Il leader nazionale nel campo della protezione dell'infanzia si è posto l'obiettivo di rendere le sue aree più accessibili a tutte le parti interessate, anche digitalmente. Per la strategia e l'implementazione di questo progetto, abbiamo coinvolto Protezione dell'infanzia in Svizzera il falò dell'agenzia Biel.

La visione di Campfire era quella di utilizzare l'ampio contenuto della fondazione per creare una piattaforma che generasse un valore aggiunto per tutte le parti interessate - dai politici e dagli operatori sociali agli stakeholder interni. Attraverso la co-creazione, i sondaggi e i test degli utenti, sono stati raccolti i requisiti e le esigenze, che hanno influenzato significativamente la struttura e il contenuto. Per esempio, gran parte dei prodotti sono stati digitalizzati ed è stata creata una biblioteca per fornire ai professionisti un accesso rapido a strumenti, download e prodotti per il loro lavoro quotidiano. Anche le aree per la politica e i media sono state ottimizzate con una guida chiara e semplificata e un accesso rapido.

Uno dei punti più importanti nella strategia dei contenuti è stato l'espansione del sito con una sezione per genitori e tutori. Fino ad ora, sono stati affrontati principalmente con campagne di prevenzione, anche se i temi trattati sono di grande interesse per loro secondo il comportamento di ricerca. Questa è un'occasione persa per sensibilizzare l'opinione pubblica sulla questione della violenza nell'educazione. Perché: "La prevenzione inizia con il rispondere alle domande più importanti in un modo che è appropriato per il gruppo target", spiega Michèle Bash, consulente di Campfire. "Ecco perché era importante anticipare le sfide e i problemi dei guardiani nella fase più precoce possibile del loro viaggio e mettere in evidenza i percorsi alternativi di azione".

Il sito web è così diventato non solo una piattaforma informativa digitale completa per esperti, politici e media, ma anche un pilastro del lavoro di prevenzione.


Responsabile per la protezione dei bambini in Svizzera: Tamara Parham (responsabile delle comunicazioni), Daniela Ambühl (specialista delle comunicazioni). Responsabile al falò: Pius Caduff (Concept & Technical Management), Michèle Bash (Concept & Consulting), Dirk Unger (UX Design), Damian Kunz (User Tests), Daniel Vasile (Frontend Development), Noémie d'Ans (Frontend Development), Patric Martin (Backend Development). Testo di supporto: Inyourface.

(Visitato 304 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento