Twint e Paymit si fondono

Le cinque maggiori banche svizzere Credit Suisse, Postfinance, Raiffeisen, UBS e ZKB, il fornitore di servizi di infrastruttura finanziaria SIX, i commercianti Coop e Migros e Swisscom si sono accordati su una soluzione comune per un sistema di pagamento mobile svizzero.

Combina i punti di forza di Paymit e Twint e offre una soluzione indipendente dalla piattaforma, competitiva e adatta al cliente per tutti i partecipanti al mercato. Oltre alla funzione di pagamento, i servizi a valore aggiunto sono elementi chiave della soluzione comune. La fusione dei due sistemi attuali avverrà nel corso dell'autunno 2016. Gli utenti e i commercianti di Paymit e Twint possono continuare a utilizzare i due sistemi come di consueto fino alla migrazione alla nuova piattaforma.

L'ulteriore sviluppo e il funzionamento saranno trasferiti a una società separata in cui parteciperanno le cinque maggiori banche e SIX. Sarà presieduto da Jürg Weber e diretto da Thierry Kneissler come CEO.

Le nove aziende hanno annunciato colloqui esplorativi aperti per una soluzione congiunta di pagamento mobile alla fine di marzo 2016 (Werbewoche.ch ha riportato). L'obiettivo dei colloqui era quello di chiarire la fattibilità di un sistema di pagamento mobile comune, adatto ai clienti, che potrebbe essere rapidamente diffuso e utilizzato in tutta la Svizzera nel commercio stazionario così come per gli acquisti online e altre applicazioni. A maggio, i colloqui sono diventati più concreti, come ha riferito la stampa domenicale (Werbewoche.ch ha riportato).

Punti di forza di entrambi i sistemi combinati

Le aziende coinvolte hanno ora concordato di gestire un sistema congiunto di pagamento mobile che combina i vantaggi dei due sistemi Paymit e Twint, che erano precedentemente gestiti separatamente. Il nuovo sistema opererà sotto il marchio "Twint". Ci sarà un re-branding completo per riflettere la piattaforma di pagamento mobile svizzera congiunta. La piattaforma comune è aperta a tutti i consumatori e a tutti i commercianti - dai grossisti ai bar espresso, alle banche, agli emittenti di carte di pagamento, agli acquirer e a tutti gli altri partecipanti al mercato nazionale ed estero. Può essere usato attraverso i canali alla cassa del negozio, nell'e-commerce, nelle app, nei distributori automatici e tra le persone. "Stiamo ora lavorando a pieno ritmo per migrare i due sistemi e rendere la piattaforma comune disponibile a tutti i commercianti e ai clienti finali nel corso dell'autunno 2016", spiega Thierry Kneissler, che guiderà la nuova società come CEO.

La piattaforma combina i punti di forza di Paymit e Twint. Inoltre, come con Paymit, ogni banca partner può rilasciare la propria app co-branded, e i rivenditori hanno la possibilità da Twint di integrare le proprie carte fedeltà nel sistema. "Sono lieto che i nostri sforzi per soluzioni digitali innovative nel settore finanziario abbiano portato a un insieme comune qui, dove siamo stati in grado di riunire il meglio dei due mondi", dice Lukas Gähwiler, presidente UBS Svizzera.

Ampie funzionalità

Gli utenti in particolare beneficeranno della soluzione di pagamento comune, secondo la dichiarazione. Troveranno ampia accettazione nel commercio stazionario, saranno in grado di fare acquisti online e nelle applicazioni dei commercianti, saldare le bollette e pagare il cibo, i biglietti del parcheggio, gli skipass e altri beni e servizi ai distributori automatici. Sarà anche ancora possibile trasferire denaro tra gli utenti. Inoltre, gli utenti possono scegliere come regolare il loro pagamento mobile: la nuova soluzione di pagamento accetta sia la connessione di un conto bancario che una carta di credito o prepagata, così come la ricarica prepagata. Anche i commercianti beneficiano della soluzione congiunta: servizi a valore aggiunto come l'integrazione di carte fedeltà, carte timbro o sconti promozionali (mobile couponing) sono disponibili per commercianti e clienti interessati.

"Siamo molto soddisfatti di avere ora una soluzione tecnologicamente innovativa e di essere riusciti a combinare le diverse funzionalità di Paymit e Twint a vantaggio dei clienti", afferma Alexandre Zeller, presidente del consiglio di amministrazione di SIX.

Grazie allo standard comune, l'integrazione multipla di diverse soluzioni di pagamento non è più necessaria, risparmiando così i costi di investimento per i commercianti. La soluzione è tecnologicamente aperta per integrare tecnologie di trasmissione esistenti e future come Bluetooth, QR code e NFC. In particolare, oltre ai twinterminal (beacon), possono essere integrati nel sistema anche i terminali di pagamento di tutti i fornitori che sono disponibili. Questo con l'obiettivo di raggiungere la più rapida e ampia penetrazione del mercato. Anche i micro-mercanti o i fornitori di servizi possono connettersi al sistema senza grandi investimenti. In questo modo, insieme ai nostri partner della piazza finanziaria svizzera e del commercio al dettaglio, possiamo adempiere al mandato del Consiglio federale di fornire una moderna infrastruttura per il traffico dei pagamenti", aggiunge Hansruedi Köng, CEO di Postfinance.

Azienda propria

La gestione della soluzione comune sarà trasferita a una società separata chiamata Twint AG, in cui le cinque maggiori banche e SIX hanno una partecipazione e che continuerà a lavorare con i partner strategici esistenti, tra cui Swisscom per l'integrazione delle banche.

Il consiglio di amministrazione sarà composto dai proprietari. Jürg Weber, Division CEO Payment Services di SIX, assumerà la presidenza. Thierry Kneissler guiderà l'azienda come CEO. Attualmente dirige Twint, una filiale di Postfinance. "Si tratterà ora di tradurre rapidamente la volontà comune di un sistema di pagamento mobile innovativo e competitivo in un servizio di alta qualità per i consumatori e i commercianti attraverso strutture e processi affidabili", aggiunge Jürg Weber, presidente designato del consiglio di amministrazione.

L'implementazione della soluzione comune di pagamento mobile richiede ancora l'approvazione delle autorità competenti per la concorrenza. Fatte salve queste decisioni, una soluzione comune dovrebbe essere pronta per l'uso nel corso dell'autunno 2016. Fino ad allora, gli utenti di Paymit e Twint possono continuare ad utilizzare i servizi e le funzioni del loro fornitore. I contratti esistenti saranno trasferiti a seconda della soluzione.

(Visitato 27 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento