Salt vuole un canone aggiuntivo di 6 franchi per il replay televisivo senza pubblicità obbligatoria

Poco prima dell'inizio della pubblicità obbligatoria sulla televisione a tempo, Salt annuncia anche il prezzo per saltare i blocchi pubblicitari. Il fornitore di servizi di telecomunicazione ha annunciato venerdì scorso il pagamento di 6 franchi al mese.

(Immagine simbolo: Unsplash.com)

A partire da martedì, la pubblicità obbligatoria sarà introdotta nella TV in differita sulle stazioni private in lingua tedesca. Concretamente, ciò significa che quando inizia un programma sul replay TV, viene visualizzata una pubblicità di 5-7 secondi che non può essere saltata. La pubblicità forzata viene visualizzata anche quando si preme il tasto di pausa.

Infine, c'è un'interruzione pubblicitaria di due o tre spot della durata massima di 130 secondi, che viene riprodotta se i telespettatori desiderano andare avanti velocemente attraverso l'interruzione pubblicitaria molto più lunga durante il replay. Le emittenti possono ora impedire il riavvolgimento degli spot pubblicitari per un massimo di quattro minuti per ora di trasmissione.

Questo viene introdotto su 19 canali privati in lingua tedesca. Sono quasi tutti canali di RTL Deutschland (RTL, Vox, Nitro, RTLZWEI), del gruppo Seven.One Entertainment (ProSieben, SAT.1, Kabel Eins, ProSieben Maxx, SAT.1 Gold, Sixx, Puls 8) e di CH Media (TV24, TV25, S1, 3+, 4+, 5+, 6+, 7+/Nick Schweiz). A partire dal prossimo anno si aggiungeranno più di una dozzina di canali regionali svizzeri, oltre a N-TV e Super RTL.

Le stazioni televisive lamentano perdite pubblicitarie

A partire dalla prossima settimana, i clienti dovranno sopportare la pubblicità sulle emittenti televisive private in lingua tedesca quando passano in fast-forward le interruzioni pubblicitarie o pagare di più. Salt addebiterà un supplemento di 6 franchi al mese per questo.

Tuttavia, il provider di telecomunicazioni aveva già introdotto a maggio un canone aggiuntivo di 3,95 franchi svizzeri al mese per il replay TV per sette giorni. Il precedente limite di 30 ore è stato abolito per i nuovi clienti già a marzo.

Due settimane fa, i concorrenti avevano già annunciato i loro prezzi per la televisione in differita senza pubblicità obbligatoria. Swisscom fa pagare 6,90 franchi al mese per saltare i blocchi pubblicitari, Sunrise 7,90 franchi e il marchio Sunrise a basso prezzo Yallo 7,95 franchi.

Con la rete via cavo Quickline, saltare le interruzioni pubblicitarie costa 5 franchi, così come con Teleboy. Il provider di streaming Zattoo continua a offrire il replay TV senza costi aggiuntivi nell'abbonamento più costoso.

Oltre 200 canali senza pubblicità obbligatoria

Il motivo dei canoni aggiuntivi è l'accordo di settore raggiunto l'anno scorso da emittenti televisive, società di gestione collettiva e distributori televisivi sulla cosiddetta Tariffa Comune 12 (GT12). In questo modo, le emittenti televisive vogliono compensare gli introiti pubblicitari persi a causa dell'avanzamento rapido delle interruzioni pubblicitarie.

Tuttavia, Salt ha sottolineato che dei circa 260 canali offerti, le funzioni di replay e registrazione rimarranno invariate per tutti gli altri 240 canali circa. (SDA)

Altri articoli sull'argomento