Riconoscere i pericoli

Mercedes si distingue chiaramente da un progetto finale della Film Academy Ludwigsburg. Il presunto commerciale si occupa di questioni etiche fondamentali - e di Hitler.

Il filmato di un minuto dimostra l'assistente alla frenata d'emergenza della Mercedes-Benz. Quando i bambini corrono davanti all'auto, il sistema fa automaticamente scattare i blocchi. La battuta finale del film studenti è salata e si diffonde viralmente in tutto il mondo in poco tempo: a Braunau am Inn, il luogo di nascita di Hitler, il piccolo Adolf corre davanti alla macchina nobile alla fine del XIX secolo. Questa volta la macchina non frena, ma investe il ragazzo. Claim: "Riconoscere i pericoli prima che si presentino".

//vimeo.com/72718945

Daimler non vuole avere niente a che fare con il film esplosivo e ha immediatamente chiesto che vengano inseriti chiari riferimenti nel clip. È inappropriato usare la morte di un bambino e contenuti legati al nazionalsocialismo per uno spot, ha detto sabato la casa automobilistica. A parte l'esplosiva questione etica (si potrebbe?), la casa automobilistica di Stoccarda è presumibilmente anche interessata a una chiara presa di distanza perché Daimler-Benz ha avuto un ruolo importante nell'industria delle armi naziste... e Hitler stesso guidava Mercedes, o meglio le faceva guidare. Nessuno si sta lamentando - almeno non ufficialmente - dell'attenzione globale dello spot virale e dell'auto tecnicamente impeccabile messa in scena.

Il film è altamente polarizzante, come si può vedere, per esempio, nella discussione a volte accesa dei lettori su Specchio online mostra. Per inciso, lo spot dello studente di regia Tobias Haase è stato nominato per il German Young Talent Award "First Steps", che Mercedes-Benz sostiene. (hae)

(Visitato 62 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento