Pressione pubblicitaria più forte di prima di Corona

Gli ultimi dati di Mediafocus sono positivi: la stampa pubblicitaria annuale è aumentata del 47,1% rispetto all'anno precedente e addirittura del 9% rispetto all'anno 2019 pre-Corona.

 

Il mercato pubblicitario svizzero è rimasto stabile nell'allegro mese di maggio, chiudendo a 501,8 milioni di franchi lordi. Rispetto all'anno precedente, questo rappresenta un aumento del 15,2%, anche se è leggermente inferiore al precedente mese di aprile (-3,9%).

La stampa pubblicitaria annuale aumenta del 47,1% rispetto all'anno precedente. Un segnale positivo: la stampa pubblicitaria è addirittura superiore del 9% rispetto all'anno 2019 pre-Corona - 2.665 MCHF contro 2.445 MCHF.

 

Forte pubblicità per aziende di trasporto ed eventi

15 settori aumentano la loro pressione pubblicitaria rispetto allo stesso mese dell'anno scorso e ben 19 settori possono presentarsi più forti nella pubblicità YTD. I 3 settori principali di maggio sono il commercio al dettaglio, l'alimentare e la finanza. Rispetto alla prospettiva annuale, nella prospettiva mensile l'alimentare supera l'edilizia, l'industria e l'arredamento e il settore finanziario avanza rispetto al tempo libero, alla gastronomia, al turismo e al settore dei servizi.

Il settore con l'incremento maggiore è quello delle aziende di trasporto, che a maggio hanno aumentato in modo significativo la stampa pubblicitaria (+162,9%).

Continua anche il trend di crescita del settore degli eventi (+134,7%). È solo leggermente inferiore al dato del 2019 nel maggio 2022 (24MCHF a 26,7MCHF). È anche il settore che ha registrato l'aumento percentuale più significativo nell'ultimo anno (+173,4%).

Tendenza al ribasso della pulizia e dei veicoli

Sei industrie riducono la pressione pubblicitaria a maggio.

A maggio continua la tendenza al ribasso dei settori Pulizia (-21,2%) e Veicoli (-28,2%). Rimangono i due settori più deboli in termini di pubblicità nell'ultimo anno.

Nonostante le votazioni federali del 15 maggio, anche il settore Iniziative e campagne continua a ridurre la pressione pubblicitaria (-15,8%). Tuttavia, il settore nel 2021 è stato fortemente influenzato dalla campagna dell'UFSP sul coronavirus e dalle votazioni federali del 13 giugno 2021, per cui era prevedibile un calo.

Anche i cosmetici e i prodotti per la cura della persona (-12,7%), le telecomunicazioni (-1,7%) e gli alimentari (-0,5%) hanno ridotto leggermente la loro pressione pubblicitaria a maggio, ma continuano a essere più forti in termini di pubblicità nell'ultimo anno.

 Inserzionisti e prodotti

Top advertiser e prodotti e servizi più pubblicizzati (esclusi assortimento, pubblicità d'immagine e categorie collettive) a maggio

 

Media Mix per il mese di maggio 2022


Più su Mediafocus.ch

(Visitato 160 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento