Gli affari prenatalizi e il Black Friday stimolano il mercato pubblicitario

Il mercato pubblicitario è stato forte come al solito in novembre e ha chiuso con 816,9 milioni di franchi svizzeri lordi. Come negli anni precedenti, novembre è il mese più forte per la pubblicità, stimolato dagli affari prenatalizi e dal Black Friday. Questo è dimostrato dalla tendenza del mercato pubblicitario di Media Focus

Rispetto al 2020, che era debole in termini di pubblicità, questo rappresenta un aumento impressionante del 49,4 per cento e un aumento significativo può anche essere osservato rispetto al 2019 (+29,6%). Questo recupero si riflette anche YTD (+13,1%).

Pressione pubblicitaria nel mercato generale

Lo sviluppo della stampa pubblicitaria al novembre 2021 in milioni di franchi svizzeri lordi

19 settori con crescita a due cifre

Il forte mese pubblicitario di novembre porta una ripresa a 20 dei 21 settori. 19 di loro aumentano addirittura la pressione pubblicitaria nella gamma a due cifre.

I maggiori aumenti sono nei settori che erano più deboli l'anno precedente a causa di Corona. Il vincitore assoluto è il settore degli eventi con un aumento del 236,4 per cento. Anche il tempo libero, la gastronomia e il turismo hanno battuto il tamburo della pubblicità in novembre (+144,3%).

Altri vincitori sono i servizi (+100,4%) i media (+96,6%), l'energia (+94,5%) e la moda e lo sport (+92,5%).

L'anno pubblicitario 2021 mostra un quadro positivo per quasi tutti i settori. YTD, tutti i settori tranne Iniziative e Campagne sono stati in grado di aumentare la loro pressione pubblicitaria. I maggiori aumenti sono stati nella Moda & Sport (+27,3%), Energia (+25,2%) e Cosmetici & Toiletries (+21,4%).

Solo pulizia ridotta nel mese con più pubblicità

Solo il settore delle pulizie (-8,9%) ha ridotto la sua pressione pubblicitaria a novembre. Tuttavia, continua a mostrare un aumento YTD (+11,2%).

La leggera riduzione (-0,5%) di iniziative e campagne nella prospettiva YTD non può essere spiegata né da campagne economiche né da campagne politiche. Questi sono al di sopra o intorno al livello dell'anno precedente. Questo mese, per esempio, la campagna "No to Corona Bill" ha di nuovo mancato di poco la top 10, atterrando all'11° posto. Sono molto più le campagne senza scopo di lucro che perdono la pressione pubblicitaria nel 2021. La riduzione assoluta più alta è quella di Salute & Sport, che include la campagna Corona dell'UFSPO (-26,4%), seguita da Donazioni, Aiuto, Prevenzione della violenza (-18,4%), Lavoro, Diritto, Educazione (-42,1%) e Benessere degli animali (-32,0%). Solo la protezione dell'ambiente rimane al livello dell'anno precedente e il segmento di prodotti sicurezza e trasporto può persino aumentare leggermente (+14,2%).

Top del mese

I migliori inserzionisti e i prodotti e servizi più pubblicizzati (esclusi assortimento, pubblicità d'immagine e categorie collettive) in novembre

Media Mix per il mese di novembre

(Visitato 214 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento