Serviceplan: "CMO Barometer" rilevato per la prima volta solo per la Svizzera

Nel "Barometro CMO" del Gruppo Serviceplan, 48 Chief Marketing Officers valutano le tendenze di marketing rilevanti e condividono le loro aspettative per il 2022. Attualmente, si stanno concentrando sulla sostenibilità e su come posizionare idealmente il loro marchio per il futuro.

CMO BarometerRaramente uno sguardo all'umore tra i CMO è stato più eccitante di oggi: cosa ha fatto la situazione pandemica e le sue conseguenze ai marchi, alla pubblicità e alla vita quotidiana dei dipartimenti di marketing? Su cosa si concentreranno i decisori nel prossimo anno quando si tratterà di raggiungere i consumatori? Quattro intuizioni chiave possono essere ricavate dalle risposte dei 48 CMO nel "CMO Barometer".

La pandemia ha accelerato notevolmente gli sviluppi nel campo della digitalizzazione

Anche se il marketing guidato dai dati, la CX e la comunicazione della sostenibilità sono tra le tendenze più importanti, il marketing nel 2022 sarà dominato soprattutto dalle conseguenze della pandemia di Corona e dalla digitalizzazione. L'uso delle tecnologie digitali nel marketing è inevitabile e sta guadagnando importanza a causa delle conseguenze della pandemia di Corona. In generale, si prevede anche che i CMO si occuperanno sempre più della digitalizzazione del marketing e del miglioramento della CX rispetto all'anno precedente.

Il marchio e i requisiti di leadership che cambiano vengono messi più a fuoco

Costruire e mantenere i marchi è visto come una parte centrale del repertorio di compiti per i CMO nel 2022. Inoltre, saranno aggiunte nuove sfide legate alla corona, come il cambiamento dei requisiti di leadership o dei modelli di lavoro. Il fattore umano sta guadagnando di nuovo importanza.

La creatività rimane un driver importante

I CMO vogliono idee creative che siano in linea con l'azienda a tutti i livelli. Allo stesso tempo, si aspettano che le loro agenzie partner siano aggiornate con le ultime tendenze.

La sostenibilità si è affermata come un megatopic

La sostenibilità non occupa il primo posto, ma è ancora tra i primi tre temi. Si potrebbe pensare che questa tendenza avrebbe avuto una priorità minore durante la pandemia. Tuttavia, è vero il contrario: molte aziende hanno notato che viene chiesto loro di agire sui temi della sostenibilità soprattutto dai consumatori.

"Un marchio forte era, è e rimane l'obiettivo di tutti i CMO. Tuttavia, il modo per raggiungerlo sta cambiando costantemente e sempre più velocemente", dice Pam Hügli, CEO e Partner di Serviceplan Suisse. "Il nostro compito è quello di combinare fattori come la creatività, la rilevanza e l'empatia con fatti concreti ottenuti attraverso le tecnologie digitali. La capacità di combinare in modo ottimale questi due mondi è un forte motore per un marchio di successo".

Peter Schäfer, Chief Strategy Officer di Serviceplan Suisse, aggiunge: "I risultati mostrano che il fattore umano sta guadagnando nuovamente importanza. Durante la pandemia, i CMO hanno capito quanto sia importante integrare di nuovo l'"umanità" nel business. Le relazioni con i clienti e la loro fedeltà hanno riacquistato importanza. Ma anche argomenti interni come il lavoro di squadra, la gestione dei dipendenti e i nuovi modelli di collaborazione sono in cima all'agenda".


Il "Barometro CMO è uno studio annuale di Serviceplan Consulting Group e Facit. Si basa su un sondaggio online dei responsabili marketing di aziende di ogni settore e dimensione nella regione DACH. Lo studio è stato condotto esclusivamente per la Svizzera per la prima volta. 48 CMO svizzeri hanno partecipato al presente sondaggio. I risultati dettagliati del "Barometro CMO" con una classificazione dei risultati da parte degli esperti del Gruppo Serviceplan e di altre voci CMO sono disponibili su nella presentazione.

(Visitato 475 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento