Jung von Matt Limmat per il Festival di Lucerna: Marcia nuziale per tutti

Il Festival di Lucerna quest'estate è all'insegna della diversità. Jung von Matt lo comunica al pubblico con un'attivazione delle vendite online, spot radiofonici e una trovata di PR. Il festival ha preso il via venerdì con un momento speciale per le coppie omosessuali appena sposate.

Lucerne FestivalDa venerdì le coppie omosessuali possono sposarsi in Svizzera. E così, per la prima volta, possono ufficialmente suonare la "Marcia nuziale" di Mendelssohn. Questa mattina, un'orchestra del Festival di Lucerna composta da 30 elementi ha sorpreso le coppie omosessuali appena sposate davanti all'ufficio anagrafe di Zurigo con la "Marcia nuziale per tutti". Sotto la direzione della direttrice d'orchestra Kirsten Milenko, i musicisti provenienti da tutto il mondo hanno regalato momenti emozionanti agli sposi presenti.

Lucerne Festival

Antichi libri di diritto civile come spartiti

Che la "Marcia nuziale" ora valga davvero per tutti lo dimostra la partitura che il direttore d'orchestra ha utilizzato per il brano: i passaggi del matrimonio per coppie esclusivamente eterosessuali del Libro del Codice Civile sono stati utilizzati in frammenti come base per creare nuove carte. La composizione di Felix Mendessohn Bartholdy fu poi stampata su di essa. Michael Haefliger, direttore artistico del Lucerne Festival, che ha strappato lui stesso le pagine, ha dichiarato: "Siamo molto contenti di poter rendere udibile e anche tangibile il nostro motto 'Diversità' in questo giorno importante".

Lucerne Festival

Questa azione preannuncia un'ampia campagna di vendita online e radiofonica per il Lucerne Festival, il cui festival estivo si svolgerà a Lucerna dall'8 agosto all'11 settembre 2022. Con il motto "Diversità", il festival dà l'esempio di pari opportunità a prescindere dal colore della pelle, dal sesso, dalla religione, dall'origine sociale o dall'orientamento sessuale.

Online, i messaggi della campagna mirano a sensibilizzare il pubblico sull'esperienza di vedere dal vivo una star della musica classica ad un prezzo incredibile. Al posto dei nomi degli artisti, vengono pubblicizzati fatti interessanti sui musicisti e sui brani musicali. Così, non si pubblicizza un biglietto per la Filarmonica di Vienna o la London Symphony Orchestra, ma un'orchestra per la quale fanno la fila anche i reali o un brano composto a Lucerna e poi diventato famoso in tutto il mondo. D'altro canto, alla radio e su Spotify si utilizzano brani orchestrali che terminano bruscamente poco prima del climax per invogliare il gruppo target a continuare ad ascoltare.

Bias cognitivi

Con questo approccio, la meccanica della campagna si basa sulla creatività basata sui pregiudizi, un approccio sviluppato da Jung von Matt e dall'HSG. (Werbewoche.ch riportato). La potenziale confusione dell'ampio programma è deliberatamente contrastata da una riduzione della complessità del processo decisionale. Allo stesso tempo, le ridotte informazioni disponibili stimolano la curiosità verso il programma del festival.

La campagna è in corso. È gestito dagli esperti di media di Jung von Matt Impact, che si affidano al targeting basato sui dati per ottenere la massima rilevanza possibile per il gruppo target.


Responsabile al Festival di Lucerna: Michael Haefliger (Direttore Artistico Lucerne Festival), Bettina Jaggi (Responsabile Marketing e Sviluppo Digitale), Danièle Gross (Direttore Commerciale), Nina Steinhart (Responsabile Stampa e Pubbliche Relazioni), Christiane Weber (Responsabile Ufficio Artistico), Jovana Bozic (Marketing e Sviluppo Digitale), Anna-Barbara Rothen (Marketing e Sviluppo Digitale), Katharina Schillen (Stampa e Pubbliche Relazioni). Responsabile presso Jung von Matt Limmat: Dominique Magnusson (Direzione creativa), Frederik Dreyer, Elif Soysal (Testo), Nicole Vizcardo, Sebastian Danielsson (Direzione artistica), Mutasin Grabenhorst (Animazione), Ayleen Friedrich (Design grafico), Christian Omlin, Joséphine Ducret (Strategia), Michel Nellen (concetto/realizzazione PR), Fabienne Weidmann (consulenza), Vera Riemeier (direttore esecutivo del progetto, responsabilità generale), Nathalie Eggen (direttore esecutivo dell'Empowerment), Luitgard Hagl (direttore creativo esecutivo), Wolfgang Bark (direttore creativo esecutivo). Responsabile a Jung von Matt Impact: Ladina Baumann, Jean-Paulo Chaveiro (Media Planning), Dominik Habermacher (Amministratore delegato). Partner esterni:all'interno: Film Tannery (film), Smartec (costruzione di palcoscenici).

Altri articoli sull'argomento