TBWA´Zurich e Coop sono sulle tracce del mito della Tsch-Tsch

Inizia il Ch Ch Ch per l'estate del barbecue: in una campagna televisiva tanto versatile quanto fantasiosa, Coop esplora i miti dell'origine del "Ch Ch" e accende così una leggendaria estate del barbecue. Le misure sono state attuate da TBWA\Zürich.

Il sibilo sfrigolante "Tsch Tsch" indica l'atteso inizio della stagione del barbecue. Ma da dove viene "Tsch Tsch"? Dove è iniziato? Come accade per le cose inspiegabili che sono diventate parte integrante della nostra vita, i miti più selvaggi circondano l'origine del "Tsch Tsch".

Coop, insieme ai creativi della TBWA di Zurigo e al regista americano Jon Barber, è andata a fondo dei più persistenti di questi in una campagna televisiva multiforme e li ha messi in scena singolarmente secondo i rispettivi periodi di origine.

Così, il mito dell'orso bruno, che alla fine degli anni '80 è stato messo in fuga da un coraggioso campeggiatore con una coraggiosa "Ch Ch", viene raccontato con lo sguardo di una cinepresa Super 8. La leggenda di Mungo Jerry, che deve il suo successo mondiale "In the summertime", a quanto pare, al "Tsch Tsch" di un mantice, che allo stesso tempo ha inaugurato la nascita del "Tsch Tsch", è raccontata con l'aspetto sgranato e i colori ricchi degli anni '70. La favola del drago che nel buio Medioevo fa cadere dal cielo due polli primordiali con colpi di fuoco "Tsch Tsch" sputati di proposito è presentata come un'avvincente scena chiave di una serie di avventure dal regista Fabian Wagner, già dietro la macchina da presa per Game of Thrones. E il mito della squadra di calcio giovanile che circa cento anni fa accendeva il fuoco con bastoncini di zolfo, definendo così il suono "Tsch Tsch", è messo in scena come un film muto in bianco e nero.

Le quattro storie da 25 secondi ciascuna si tuffano nel mezzo della presunta origine di "Tsch Tsch" e poi conducono al presente, dove le prelibatezze che sfrigolano su una griglia portano alla comprensione: Non importa da dove provenga "Tsch Tsch": ciò che è più importante è quello che va sulla griglia.

Oltre agli spot televisivi, la campagna comprende anche bumper, OOH, mezzi pubblicitari DOOH, banner, annunci, borse e misure POS.


Responsabile alla Coop: Thomas Schwetje (responsabile marketing/servizi digitali), Sacha Zuberbühler (responsabile comunicazioni di marketing), Vanessa Finzer (responsabile pubblicità), Simon Bohnenblust (responsabile promozione vendite/promozioni pubblicitarie), Benjamin Reiss (project manager promozioni pubblicitarie/promozioni commerciali), Stephanie Stähli (Project Manager FOOBY), Florian Lanovic (Head Social Media/Online Campaigning), Oliver Pursell (Project Manager Social Media), Lucas Bieler (Project Manager Online Campaigning), Simon Flatt (Head Media), Karin Rieth (Head Media Classic), Lukas Schmid (Senior Project Manager Digital). Responsabile al TBWA di Zurigo:  Manuel Wenzel, Susanne Weeber, Jan Krohn, Susanna Fill, Anouschka Tschudi, Naomi Gulla, Nico Hediger, Stefan Orian, Maude Mahrer, Massimo Dalla Palma, Noemi Russenberger (creazione), Barbara Waldvogel, Pascal Taboas, Sabrina Iseli (consulenza) Toni Rubera, Simona Mink (DTP). Responsabile presso OnfilmxStories: ECP Michèle Seligmann, Regista Jon Barber, Produttore Jacqueline Kaassa-Presting, Direttore della fotografia Fabian Wagner, Coordinatore di produzione Jana Oberdörfer, Production Design Peter Scherz, Styling Damaris Eigenheer & Conny Friseli, Make up Erica Büsser, Food Styling Frank Weymann & Peter Schelzig. Postproduzione: Edoardo Moruzzi, Storyboard Christian Zogg, Montaggio principale Kai Kniekamp, Montaggio supplementare Taco Arts. Responsabile presso l'ufficio postale di Amsterdam: Boyo Frederix (responsabile VFX), Tom Schuijt, Hendrik Kramer, Ritchy Wattimena, Bram Buddingh, Bram Vleugel, Stijn Sanders, Fraser Keen (VFX), Patski (colorista). Responsabile di HitMill: Fred Herrmann (Compositore e produttore musicale, mix), Roman Camenzind (Produttore esecutivo), Noemi Mathis (Gestione del progetto). VResponsabile per TWmedia: Stephan Küng (proprietario), Damiano Vitali (responsabile TV), Sven Däschner (responsabile Digital), Manuela Brunner (consulente). Responsabile di Cover Media: Baschi Thommen (ingegnere audio), Angelina Belintani (produzione), Stefan Sommerhalder (ingegnere audio-video).

 

 

(Visitato 516 volte, 4 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento