Monami dà un nuovo look alla Benedict School

Slogan, linguaggio visivo, aspetto - tutto è nuovo nelle scuole Benedict. La campagna è stata progettata e realizzata da Monami.

Nuovo slogan, nuovo linguaggio visivo, nuovo aspetto: la nuova campagna della Benedict School è stata appena lanciata con lo slogan "Impara invece qualcosa di utile". Il fulcro della campagna è una serie di video che si concentra sui cosiddetti how-to video. Il punto forte: i tutorial spiegano varie assurdità in modo net contemporaneo e con diversi omaggi al World Wide Web - per esempio, come gustare gli spaghetti in linea retta o come generare riccioli per la pianta dell'ufficio.

Le clip saranno viste sui social media, nei cinema e in TV. Inoltre, elementi statici, TikToks, memi e banner saranno aggiunti per colmare il divario con l'ampia offerta di Benedetto con "Impara invece qualcosa di significativo".

"Queste campagne di ampio respiro sono impegnative - ma soprattutto grandiose. L'idea olistica è basata sullo zeitgeist di Internet, ma funziona anche in altre forme di pubblicità", spiega Frédéric Droz, project manager di Monami. "Abbiamo davvero reinventato il marchio in una certa misura. L'unica costante è il jingle 'Beeeneeedict'. È un culto - questa è una delle ragioni per cui abbiamo voluto tenerlo.

Nel prossimo futuro, verranno anche diffusi cartelloni pubblicitari basati sullo slogan e spot radiofonici. Secondo Monami, il terzo video della campagna, "Come contrabbandare il tuo coniglio al cinema", uscirà la prossima settimana.


Responsabile per Benedetto Scuole Svizzera: Heinrich Meister (presidente), Cem Topçu (capo del marketing). Responsabile al Monami: David Cappellini (responsabilità generale), Frédéric Droz (gestione del progetto), Andrei Vid (concetto, direzione artistica), Luis Balzer (macchina da presa e montaggio), Olga Stucker (classificazione), Saskia Marty (grafica).

(Visitato 589 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento