Hillton: "Mai arrendersi. Per ogni bambino" per l'UNICEF

L'UNICEF si concentra sullo slogan "Never give up" nella sua nuova campagna di donazioni in TV e online, facendone sia un motto che una strategia. La società di produzione cinematografica Hillton è responsabile della realizzazione della campagna di immagini in movimento.

Da 75 anni il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia persegue l'atteggiamento di "non arrendersi mai" e lo esige anche dai donatori della Svizzera. Nessun virus Covid 19, nessun cambiamento climatico, nessuna acquisizione dovrebbe essere più forte di questo principio guida. Se tutti gli aiutanti pensano così, allora il cambiamento è possibile. Questo è esattamente ciò che il nuovo spot vuole raccontare in modo poetico e contemporaneo. In immagini fortemente simboliche, un bambino compete contro l'incarnazione di tutto il male di questo mondo:

"Nella comunicazione per le campagne di raccolta di fondi, le persone bisognose sono spesso messe in scena in modo molto unidimensionale e come vittime per suscitare la pietà dei donatori. Era importante per noi affrontare la sofferenza su questo pianeta, ma anche ritrarre i bambini bisognosi di questo mondo come personalità forti e ottimiste. Volevo mostrare che soprattutto loro non si arrendono mai", spiega il regista Alex Tank di Hillton.

"Con la reinterpretazione della canzone dei Queen "Don't Stop Me Now", possiamo offrire uno spot televisivo molto speciale per la mobilitazione dopo otto anni. Ma come organizzazione di raccolta fondi, siamo ovviamente dipendenti dal sostegno in molte aree del nostro lavoro. Hillton e il nostro partner di lunga data Schwiizergoofe hanno messo molto lavoro pro bono, impegno e cuore e anima nel progetto e hanno esemplificato direttamente il motto "mai arrendersi" con il loro lavoro", dice Marc Uricher dell'Unicef.

Il cast ha anche contribuito gratuitamente al film e quindi al benessere dei bambini svantaggiati. La nuova interpretazione della canzone dei Queen "Don't Stop Me Now" è stata resa possibile da Sony Music e dal progetto musicale "Schwiizergoofe".


Responsabile dell'UNICEF Svizzera e Liechtenstein: Marc Uricher (responsabilità generale), Felix Freese, Lucia Pigliapochi, Sarah Ehrensperger (concetto e strategia). Responsabile a Hillton (produzione): Alexander Tank (regista), Gilles Germann (produttore), Carlo Esposito (direttore di produzione), Julia Hallasch (assistente di produzione), Lou Staub (assistente di produzione), Fabio Tozzo (camera), Sven Probst (1° AC), Andreas Schneuwly (1° AC), Sven Uhlman (1° AC), Carla Maiolino (2° AC), Elio Fumagalli (runner), Fafa Silvia Fierz (Gaffer), Mojo (Luci), Nik Delley (Key Grip), Robin Fessel (Production Design), Kilian Lilenfeld (Set), Sibel Kaya (Costume), Amanda Brooke (Styling), Viviane Saner (Make-up), Marc d'Rone (Butterfly Tamer), Max Neumeier (Editing), Ennio Ruschetti / Das Alte Lager (SFX), Nadia Khairat Gómez (Colour Grading); Hitmill (Composizione, Sound Design & Mix), Nikol Camenzind, Jonas Künzle (Sound Production Schwiizergoofe); Samory Kinteh; Darwin Stapel; Enea Pileggi; Samiel Yosan; Cherline e Anthony Thelus; Wintana Alemtsegay; Eve Riedi; Giulia de Filippo; Noelia Finocchiaro; Celine Huelin; Mateus Schmid; Jaden & Jay; Asia Casella; Beletu Plüss (Cast).

(Visitato 415 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento