Männer.ch e Art.i.schock promuovono le professioni sociali

L'equilibrio di genere nelle professioni sociali deve essere migliorato. Una nuova campagna mira ad aumentare la proporzione di uomini facendo agire gli ambasciatori come modelli di ruolo. Gli uomini potenzialmente interessati e adatti devono essere avvicinati. È stato concepito e realizzato dall'agenzia di Zurigo Art.i.schock.

Gli uomini sono sottorappresentati in quei settori e aree che lavorano su e con le persone - specialmente nelle professioni sociali. Allo stesso tempo, i clienti beneficiano maggiormente di team equilibrati ed eterogenei. Questa sottorappresentazione è problematica dal punto di vista economico, educativo e delle politiche di uguaglianza, cioè in termini di carenza di lavoratori qualificati e di pari opportunità.

La campagna bilingue "Gli uomini nelle professioni sociali" vuole cambiare questo e motivare gli uomini ad entrare o a cambiare verso le professioni sociali. Così facendo, gli uomini sono mostrati in un modo che corrisponde all'immagine tradizionale. I titoli "nervi saldi e contemporanei", "energico ed empatico" così come "carattere forte e versatile" mostrano la gamma che copre un uomo nel settore sociale, dall'attributo maschile tradizionale alla rottura - apparente - con esso.

L'agenzia è stata in grado di reclutare ambasciatori da diverse aree delle professioni sociali, di diverse età e da diversi background per lavorare con essa. Sono sul Sito web Faranno apparizioni dal vivo e appariranno su Instagram e Facebook. Inoltre, sono previsti diversi eventi informativi per gli uomini interessati presso i college di istruzione superiore. Secondo l'agenzia, il grande interesse tra i professionisti conferma la rilevanza dell'argomento.

La campagna è coordinata dall'organizzazione ombrello delle organizzazioni svizzere di uomini e padri Männer.ch, insieme alla Conferenza degli esperti in lavoro sociale delle scuole universitarie professionali svizzere SASSA e alla Piattaforma svizzera di formazione nel settore sociale SPAS. La campagna è sostenuta e valutata dall'Ufficio federale per l'uguaglianza di genere. Il concetto e l'implementazione sono di Art.i.schock.


Responsabile su Maenner.ch: Lu Decurtins (responsabile del progetto). Responsabile presso Art.i.schock: Gregor Koller (concetto, consulenza), Yasmin Kim Cilasin (grafica), Sam Loosli (grafica).

(Visitato 199 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento