Grande eco: Alliance Courage Stories di Sir Mary ha colpito il nervo scoperto dei tempi

Allianz Suisse entra nel terzo round con le sue storie di persone che, nonostante i pregiudizi, non possono essere schiacciate in nessuno stampo. Tranquillo Barnetta mostra un lato di sé finora sconosciuto per Allianz Suisse. Il ritratto della campagna creato da Sir Mary è ben accolto sui social media e scatena una grande risposta mediatica.

Breites EchoL'ultimo numero di "Geschichten, die Mut machen" (Storie che danno coraggio) si concentra sulle esperienze di Steffi Buchli, caporedattore e madre, Abassia Rahmani, Bladerunner, Hendrik Rogner, ostetrico maschio, e l'ex calciatore professionista Tranquillo Barnetta. Quest'ultimo racconta del suo passaggio dal campo da gioco al parco giochi.

Le storie realizzate con Sir Mary sembrano colpire la comunità - in pochissimo tempo, i ritratti di Barnetta e Buchli che sono già stati pubblicati hanno ricevuto innumerevoli commenti positivi ed espressioni di solidarietà e sono stati condivisi più volte. Nel caso di Barnetta, la strategia sta funzionando ben oltre i suoi canali. Da SRF via Vedi fino al Svizzero illustratoNZZ am Sonntag e Nau, vari media hanno ora riportato la storia e l'hanno elevata da contenuto di marca a una storia mediatica.

Un successo sociale che Julia Fischhaber, Content Director di Sir Mary, non dà per scontato: "Raccontare storie davvero interessanti oggi significa soprattutto una cosa: mostrare la bandiera. Il fatto che aziende come Allianz Suisse abbiano il coraggio di essere parte del discorso sociale e persino di avviarlo ci fa sentire molto positivi. E ovviamente paga.

Vicino alla vita

Per la serie online, Allianz e Sir Mary hanno optato per un allontanamento dalle forme narrative classiche verso un approccio giornalistico. Con un team a due teste composto da storyteller e videografo, l'agenzia ha girato in stile documentario in stretta collaborazione con Andy Was Right e senza un grande allestimento tecnico.

Corina Brunner, Social Media & Digital Specialist di Allianz Suisse, spiega il vero approccio: "Come assicuratore, vogliamo sostenere i nostri clienti in modo che possano seguire esattamente il percorso che è giusto per loro. Ecco perché vogliamo deliberatamente rompere i cliché dei ruoli e mettere in evidenza le storie di vita che sono autentiche e vissute".

Oltre alla storia di Tranquillo Barnetta, i ritratti di Steffi Buchli e Hendrik Rogner (ostetrico maschio) sono disponibili anche su Facebook e Instagram. Altri due episodi con Abassia Rahmani (bladerunner, paralimpico), e Diyala Kayiran (fotografo con problemi di udito) seguiranno a settembre e ottobre.

 


Responsabile di Allianz Suisse: Claudia Staub, Corina Brunner, Simone Schmitt. In carica da Sir Mary: Julia Fischhaber, Naemi Sauter, Daniel Zuberbühler. Responsabile di Andy Was Right: Pascal Geithner (creatore del video), Raphael Drobi (produzione), Anjali Kosman (gestione del progetto).

 

(Visitato 685 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento