Designing for Victim Counselling Zurich: successo pubblicitario con un retrogusto stantio

Se una campagna di risposta diretta ha un buon effetto, questo è normalmente un motivo di gioia. Ma quando è associato alla sofferenza umana e alla disperazione, domina la costernazione. Uno sguardo ad una campagna dell'agenzia zurighese Gestalten per il servizio di consulenza alle vittime della città di Zurigo.

Lo si legge troppo spesso nei media. I crimini violenti sono commessi con grande regolarità e in tutte le zone. Che si tratti di picchiare gli automobilisti sulle strade pubbliche o di minacce segrete in privato: la violenza ha molte facce.

Nonostante una chiara base legale e misure di prevenzione complete, i crimini violenti rimangono ad un livello elevato. Negli ultimi anni, sono addirittura aumentati leggermente. Anche come effetto collaterale della pandemia di Corona, che ha portato con sé anche un aumento della violenza domestica.

Le vittime hanno diritto all'aiuto

Poiché le vittime di atti violenti meritano una protezione speciale, la legge svizzera sull'assistenza alle vittime parla un linguaggio chiaro: ogni persona che è stata vittima di un atto violento ha diritto all'assistenza. Questa assistenza include consulenza, supporto legale e aiuto finanziario. Oltre alla sofferenza che ogni vittima prova, rimane un altro problema che nemmeno la legge può affrontare: l'alto numero di casi non denunciati di vittime che non osano denunciare un atto di violenza o cercare aiuto. "A seconda dell'atto di violenza e dello studio, dobbiamo supporre che fino all'80% dei crimini non vengono denunciati e un numero simile di vittime non cerca aiuto", spiega Fedor Bottler, che dirige il Centro di consulenza per le vittime di Zurigo ed è un coiniziatore della campagna.

Consulenza in chat per giovani e altre vittime di violenza

Il numero di vittime che non cercano aiuto è particolarmente alto tra i giovani. "Un'analisi dei vari mezzi di comunicazione ha dimostrato che rivolgersi a loro in modo appropriato per i giovani abbassa la soglia di inibizione del contatto", spiega Thomas Krebs, proprietario di Gestalten. "Perché per questo gruppo target in particolare, è un passo troppo grande venire nei locali del Centro di consulenza per le vittime di Zurigo per aprire le proprie preoccupazioni a un consulente sconosciuto. Per questo motivo, sono stati stabiliti dei canali digitali per i giovani che garantiscono un accesso semplice e anonimo, cioè a bassa soglia".

Nella prima ondata, l'attenzione si è concentrata sui giovani. Sono stati intervistati in un sondaggio di strada sull'argomento.

Una passeggiata sul filo del rasoio per i creativi

Per pubblicizzare il nuovo servizio di chat e motivare gli interessati a cercare aiuto, Gestalten è stata incaricata di sviluppare un concetto di comunicazione. La creazione in particolare ha dovuto affrontare una grande sfida. Anche se l'obiettivo era quello di sviluppare una campagna che attirasse l'attenzione, veloce, emotiva, estetica e attivante, si doveva prestare particolare attenzione alla sensibilità delle vittime. "La campagna non voleva essere sensazionale o mettere sotto pressione il pubblico", spiega Krebs. Per questo motivo sono state seguite diverse direzioni nello sviluppo, che sono state infine valutate insieme agli specialisti del centro di consulenza per le vittime di Zurigo.

Nel processo di sviluppo, Gestalten ha affrontato il tema con linee diverse.

Dare vita alla chat

Come base per il concetto creativo, l'agenzia di Zurigo Binz ha scelto il simbolismo e l'architettura di una live chat e l'ha riempita di contenuti esemplari. In questo modo, è stato possibile riflettere sottilmente la sofferenza delle vittime e allo stesso tempo mostrare quanto sia empatico l'aiuto immediato della consulenza alle vittime. Per creare i dialoghi per i singoli soggetti, i consulenti del Centro di consulenza per le vittime di Zurigo hanno lavorato intensamente con il team creativo di Gestalten. Una combinazione di colori ad alta luminosità unisce tutte le applicazioni di materiale pubblicitario.

Risposta immediata

Misurata secondo gli standard tradizionali di una campagna di risposta diretta, Gestalten considera la campagna di consulenza alle vittime un grande successo. Durante un periodo che inizia a maggio 2021, il numero di consultazioni via chat è più che raddoppiato rispetto all'anno precedente. Allo stesso tempo, il numero di clic sul sito web è aumentato di dieci volte.

Nonostante i buoni risultati, c'è ancora un retrogusto stantio: l'alta risposta alla consulenza via chat non è solo la prova della prevalenza del problema della violenza, ma esprime anche l'alta soglia di inibizione e la vergogna ancora diffusa tra le persone colpite.

(Visitato 276 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento