Wirz si affida al cinema mentale per la Suva

Ogni anno sui campi di calcio svizzeri si verificano 45.000 infortuni, e in più di un terzo di essi sono coinvolti comportamenti scorretti. La Suva lancia quindi un appello al fair play con Wirz. La campagna di prevenzione si svolge principalmente dove si innescano anche i cambiamenti comportamentali: nella mente.

Il calcio è lo sport più popolare in Svizzera, ma non quello delle assicurazioni. Un numero elevato di infortuni provoca regolarmente costi enormi e sofferenze fisiche, spesso con conseguente inabilità al lavoro per diversi mesi. Una delle cause principali è l'atteggiamento dei giocatori stessi: Più del 30 per cento degli incidenti sono dovuti a fattori come l'eccesso di motivazione, la sopravvalutazione di se stessi, la frustrazione, la durezza inutile, ecc. In altre parole, gioco sleale.

Il film per la campagna "Play fair, not dangerous" invita a una maggiore prudenza, concentrandosi non sulle scene spiacevoli sul campo di calcio in sé, ma sulle reazioni a bordo campo. Concepito da Wirz e prodotto da Stories con il regista Tobias Fueter, lascia la visualizzazione delle scene dell'incidente interamente all'immaginazione dello spettatore. In questo modo, la seria preoccupazione di base deve essere combinata con una realizzazione leggera - in linea con l'attuale strategia di comunicazione della Suva di trasmettere messaggi non con un dito minaccioso o con la clava dell'emozione, ma con umorismo e vicinanza alla vita.

Il film sarà proiettato in una versione di 40 secondi per il cinema e la TV, oltre a vari tagli per i canali online. Inoltre, ci saranno misure di comunicazione per la stampa e i social media, nonché campagne sui campi di calcio.

Per continuare l'idea di prevenzione e per portare la prevenzione nel calcio ancora più vicino al pubblico, l'agenzia Notch ha anche progettato il digitale "Fairplay Quiz" per estendere la campagna. Le domande del quiz ruotano intorno al tema del calcio.

 

 

 

 


Responsabile a Suva: Gabriela Hübscher (responsabile della comunicazione); Raphael Ammann (responsabile della campagna calcio). Responsabile a Wirz: Matthias Fürst, Fernando Perez, Thomas Kurzmeyer, Florian Siegrist, Jannic Mascello, Carmen Staehelin, Adrian Busse, Nicola Peter, Livio Dainese (creazione); Francesca Kleinstück (trama); Anina Eugster (xLab); Erasmo Palomba (Agency Producing); Petra Dreyfus, Simone Jehle, Larissa Braun (Consulting); Urs Krucker (Strategy); Thomas Peller, Corinne Räber, Eros Montagnani, Yussef Serrat, Sherif Ademi (Media Realisation). Responsabile presso la Stories AG (produzione di film): Tobias Fueter (regista); Filip Zumbrunn (direttore della fotografia); Meret Früh (line producer); Arndt Wiegering (1° AD); Randy Looser & Joel Tweitmann (art director); Alessandro Biffi (montaggio); Nadir Mansouri // MOGRADE (color grading); Simon Graf (suono); Spacetrain / Fabian Sturzenegger (musica); Edoardo Moruzzi & Chenyi Yu (postproduzione); Luca Brügger / Jingle Jungle (sound design & mix); Emilie Fischer (styling); Matteo Leone (make-up); Pierluigi Macor (fotografo); DS Photographers (agenzia fotografica).

(Visited 1.153 times, 1 visits today)

Altri articoli sull'argomento