Pratica Web3: "La domanda è piuttosto: per chi è nulla?".

Jung von Matt e Morrow Ventures stanno lanciando una Practice Web3 congiunta per accompagnare i clienti nel loro viaggio verso il Web3. In un'intervista rilasciata a Werbewoche.ch, Luitgard Hagl, Robert Iken e Argun Uysal raccontano le loro esperienze fino ad ora, parlano di chi dovrebbe assolutamente partecipare alla masterclass e spiegano cosa ha a che fare con la pizza.

Argun Uysal (a sinistra) è Senior Venture Architect di Morrow Ventures, Luitgard Hagl (al centro) è Managing Creative Director e Agency Lead di Jung von Matt Limmat e Robert Iken (a destra) è Co-Founder & Partner di Morrow Ventures.

Werbewoche.ch: Dall'inizio dell'anno, il tema del Web3 è uno degli argomenti perennemente caldi nel mondo delle agenzie. Perché Jung von Matt lancia l'offerta del Metaverso solo ora??

Robert Iken: La qualità richiede solo tempo. Seriamente: anche se tutti hanno paura di arrivare troppo tardi, il Web3 è ancora agli inizi. Abbiamo consapevolmente utilizzato gli ultimi mesi per unire la potenza del nostro intero ecosistema e farla confluire nell'offerta. E abbiamo realizzato internamente un progetto molto concreto che ha permesso alle nostre persone di muovere i primi passi nel Web3. Con successo: metà dei nostri dipendenti ha ora un portafoglio NFT.

 

Come hai fatto?

Argun Uysal: Abbiamo creato una collezione limitata di NFT con pezzi di pizza, abbiamo insegnato a tutti i nostri dipendenti il funzionamento di Web3 e la proprietà degli NFT in una settimana di focus e poi abbiamo aperto la "gara" sugli NFT. La collezione è andata esaurita nel giro di dieci minuti e tutti coloro che avevano uno degli ambiti pezzi nel portafoglio sono diventati automaticamente membri di un esclusivo NFT Owners Club. Chiamiamo il tutto "Club Pizza Metavese". Noi stessi siamo rimasti sorpresi dal grande interesse che le persone hanno avuto e hanno tuttora per questo tema.

L'ambita Pizza NFT di Jung von Matt.

 

Quale pensa sia stata la ragione della grande "corsa" agli NFT?

Luitgard Hagl: L'utilità, cioè il vantaggio di possedere un NFT, era imbattibile: Pizza gratis! (ride) Il progetto interno è stato un ottimo esempio di come far appassionare al tema persone che non avevano ancora avuto contatti con esso. L'impegno all'interno dell'agenzia è stato enorme, tutti volevano assicurarsi l'NFT. E ora sono già in trepidante attesa del secondo turno. Inoltre, l'intera operazione è stata molto divertente.

Pizza gratuita all'evento Pizza Metaverse.

 

Quali conclusioni ne trae per il suo Offerta per i vostri clienti?

Iken: Un'intuizione centrale è stata quella che vale la pena di far adattare i propri dipendenti all'argomento. Questo riduce le inibizioni e lascia spazio alle idee. Come faccio a presentarmi come brand nel Web3 se nessuno nella mia organizzazione ha mai avuto esperienze in merito? La seconda realizzazione è stata qualcosa che in realtà sapevamo fin dall'inizio e che ci è stato confermato: La forza del nostro approccio interdisciplinare. Dall'idea concettuale alla realizzazione creativa dell'opera d'arte NFT, allo sviluppo dell'NFT e alla creazione di un sito web di conio, abbiamo implementato tutto internamente. Vogliamo trasmettere questa esperienza.

 

Cosa caratterizza questa forza dell'approccio interdisciplinare?

Hagl: Combiniamo il know-how di business building, l'eccellenza creativa e la comprensione della cultura pop con un'attenzione totale alla responsabilizzazione del cliente. E questo nella nostra rete svizzera e con i nostri colleghi tedeschi di Jung von Matt Nerd.

 

Come si configura esattamente la collaborazione con Jung von Matt Nerd?

Uysal: In qualità di agenzia per la cultura nerd e pop, Jung von Matt Nerd apporta una grande quantità di conoscenze sulla comunità e supporta le aziende nell'implementazione di progetti Web3 globali. La collaborazione con Jung von Matt Nerd consente a noi, e soprattutto ai nostri clienti, di comprendere i vari casi d'uso e le tendenze internazionali e di tradurli tempestivamente nel mercato svizzero.

 

All'offerta: Cosa offrirete ai clienti in futuro?

Iken: Per esempio, c'è la nostra Metaverse Masterclass, in cui permettiamo ai clienti di esplorare le possibilità della loro azienda sul web3 - e di implementarle subito. Nell'ambito di questa implementazione, offriamo servizi end-to-end lungo l'intera catena del valore. Dalla formazione, all'ideazione, alla strategia, alla creazione e alla tecnologia, fino alla creazione di comunità.

 

Chi dovrebbe partecipare alla Metaverse Masterclass?

Hagl: Bisognerebbe piuttosto chiedersi: per chi non è nulla? Come ha già detto Robert: Il Web 3.0 è ancora agli albori e il suo potenziale è ben lungi dall'essere definitivamente esplorato, per non dire esaurito. In altre parole: c'è qualcosa per tutte le aziende che desiderano rivoluzionare il proprio settore - o anche oltre.

 

La Masterclass si occupa solo del Metaverso?

Iken: No. Anche se "metaverso" è la parola del giorno - non da ultimo a causa di Marc Zuckerberg e della ridenominazione di Facebook - c'è molto di più in Web3. Così, il viaggio della masterclass conduce dalla blockchain alle criptovalute, alle NFT, al metaverso, alle DAO e a molti altri argomenti, il tutto con una considerazione delle tendenze di mercato, delle best practice e della cultura che le sostiene.

 

E Jung von Matt è già nel metaverso?

Uysal: Certo! Il nostro Pizza Metavese Club ha le sue sale club nel Metaverso e abbiamo anche già ricreato delle sale speciali qui in agenzia - ad esempio il nostro pub interno, il "Rössli", o la nostra sala giochi - nel Metaverso.

 

Torniamo alla collezione NFT che lei ha citato in relazione al Club Pizza Metavese. I dipendenti hanno dovuto pagare per questo?

Uysal: No, tutto il divertimento non è costato nulla ai dipendenti, naturalmente: l'importante per noi era che fossimo tutti in grado di fare le prime esperienze con Web3 e NFT insieme. E per consentire al nostro personale di consigliare i clienti di conseguenza.

 

E tu? Quanto tempo trascorre nel metaverso?

Hagl: Ogni tanto faccio un salto in una delle nostre sei stanze Jung von Matt. Soprattutto per vedere quali abiti selvaggi indossano oggi gli avatar. (ride)

Iken: È come nella vita reale: Si visita un luogo per incontrare persone. È esattamente la stessa cosa qui all'agenzia e nel Metaverso. Ci concentreremo sulla preparazione dei nostri dipendenti per la loro apparizione nel metaverso - come si crea un avatar, cosa si può sperimentare nelle diverse stanze - e poi organizzeremo deliberatamente eventi di comunicazione per tutti i dipendenti nel metaverso di tanto in tanto.

 

Quali sono le tre lezioni che avete imparato finora?

Hagl: Primo: conoscere il proprio pubblico. La conoscenza della cultura Web3, ad esempio dei termini specifici, di come costruire una comunità in Web3 e la comprensione di una domanda efficace sono fondamentali. Secondo: chi arriva prima prende il verme, ma il secondo topo prende il formaggio. Pur ritenendo importante una certa scioltezza nell'affrontare l'argomento, sconsigliamo esercizi (di strategia) affrettati. Ci sono ancora molti vantaggi da sfruttare per la prima volta. E terzo: la storia deve essere giusta. Anche se si tratta solo di pizze gratis...

 

Tre consigli che date ai vostri clienti nel loro percorso sul web3?

Iken: Per questo dovete venire alla Masterclass! (ride) No, la risposta è molto breve: credibilità, utilità, comunità. Il passo nel Web3 dovrebbe essere in linea con i valori dell'azienda, il vantaggio per cui io, come consumatore, dovrei seguire il mio marchio nel Web3 dovrebbe essere chiaro e significativo e dovrei investire molto come azienda nella costruzione di una comunità vivace nel Web3. Questo può anche significare semplicemente iniziare internamente, ad esempio con un club della pizza!


Come si posiziona un marchio nel metaverso? Le NFT hanno senso e il gruppo target utilizza criptovalute e canali come Discord? Queste sono le domande a cui intende rispondere la Metaverse Masterclass lanciata da Jung von Matt e Morrow Ventures. (Werbewoche.ch riportato).

Altri articoli sull'argomento