"Sappiamo che insieme siamo più forti".

Per la prima volta, Ad Age ha scelto la "Holding dell'anno". Il vincitore è Publicis Groupe. Una coincidenza o un premio con un annuncio? Werbewoche.ch ha parlato con Alexander Haldemann, CEO di Publicis Groupe a Zurigo.

Advertisingweek.chAlexander Haldemann - complimenti! Età degli annunci ha nominato Publicis Groupe "Holding dell'anno". Cosa significa questo premio per lei come CEO di Publicis Groupe Zurich?

Alexander Haldemann: Siamo stati molto contenti di ricevere il premio. Conferma che abbiamo preso e continuiamo a prendere la strada giusta. Dobbiamo dare un breve sguardo indietro: alcuni anni fa, abbiamo deliberatamente avviato dei cambiamenti e investito in modo sostanziale nella trasformazione digitale e nei dati. In particolare, le acquisizioni globali di Sapient ed Epsilon ci hanno portato avanti.

 

Quali sono state le sfide qui?

La sfida centrale era quella di combinare la nuova gamma di servizi con le nostre competenze principali di creazione e media. Oggi possiamo dire che ci siamo riusciti. Guardando indietro, questo può sembrare semplice. In realtà, però, si trattava di riunire più di 80.000 dipendenti e combinarli in un'offerta integrata per i nostri clienti. Quest'ultimo è il nostro grande risultato come gruppo.

 

Publicis Groupe celebra l'onore con un video diretto ai critici del corso passato dell'agenzia (vedi sotto). Senti una certa soddisfazione all'interno del gruppo verso coloro che, per esempio, non potevano capire le acquisizioni degli anni passati?

Coloro che aprono nuovi orizzonti accettano dei rischi - e devono affrontare le critiche. Ciò che è veramente importante per noi è che continuiamo a svilupparci come gruppo e a plasmare il futuro della nostra industria. Stiamo anche rompendo consapevolmente un nuovo terreno nella nostra comunicazione. Ci esponiamo - qui con un pizzico di umorismo e anche un po' di malizia. Non ci prendiamo troppo sul serio. Mi piace.

Quali sono i punti di forza di Publicis Groupe in Svizzera? Quali qualità lo distinguono?

Per me, è la diversità e l'interazione. Come nessun altro gruppo in Svizzera, riusciamo a combinare un'enorme varietà di competenze: grandi nomi della pubblicità si uniscono a specialisti digitali, agenzie media, specialisti della produzione e un'agenzia di branding. Viviamo questa diversità in Svizzera con circa 350 dipendenti. Con Ginevra, Losanna e Zurigo, siamo presenti in tre grandi centri economici della Svizzera. Allo stesso tempo, siamo strettamente collegati con sedi in oltre 100 paesi. Questa interazione con i colleghi di tutto il mondo è una cosa ovvia per noi e una grande ispirazione. Questa posizione è unica nel mercato svizzero.

 

Le grandi holding non sono senza controversie nel settore. Alcuni - tra cui il fondatore di WPP citato nel video qui sopra - dicono addirittura che le holding non sono più necessariamente terreno fertile per la creatività e l'agilità. Come risponde?

Penso che sia troppo miope. La forma di organizzazione non è decisiva per la creatività e l'agilità. Sono stato proprietario di un'agenzia per molti anni e conosco entrambe le parti. Il vero risultato è sviluppare la creatività e il dinamismo in una grande organizzazione attiva a livello globale.

 

Cosa significa questo per voi?

Ogni nostra agenzia è posizionata in modo indipendente, può usare la libertà, vivere la sua cultura e realizzare così tutto il suo potenziale. Inoltre, ci assumiamo la responsabilità l'uno dell'altro. Perché sappiamo che insieme siamo più forti.


Il Publicis Groupe è rappresentata in più di 100 paesi e impiega più di 80.000 persone. In Svizzera, Publicis Groupe è stato fondato nel 1950. Ha uffici a Ginevra, Losanna e Zurigo ed è il più grande gruppo svizzero di comunicazione con 350 specialisti di diverse discipline. Oltre alle agenzie creative Publicis, Leo Burnett e Saatchi & Saatchi, comprende le agenzie media Publicis Media, Starcom e Zenith, l'agenzia di branding MetaDesign, le agenzie digitali Notch e Publicis Sapient e gli specialisti di produzione Prodigous.

(Visitato 385 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento