"In tempi di incertezza, l'atteggiamento di un marchio diventa ancora più importante"

Il 2020 ha segnato la fine di un anno impegnativo. Tuttavia, le agenzie svizzere hanno anche sfruttato le opportunità, creato nuove tradizioni e imparato importanti lezioni. Nella prima parte, Equipe, Heimat Zürich, Hinderling Volkart Part of Dept, Jung von Matt Limmat, Ruf Lanz, Serviceplan Suisse e Wirz riportano i loro risultati.

collage-2020-21-agenturen01

Il virus corona tiene il mondo intero sulle spine da più di un anno. Tra poco saranno passati dodici mesi da quando le prime infezioni di Corona sono state conosciute in Svizzera. Come per tutte le altre industrie, il virus non ha lasciato indenne l'industria della pubblicità e della comunicazione: Tuttavia, oltre a tutte le sfide poste dagli home office, dai budget pubblicitari cancellati e dai negozi chiusi, ci sono state anche molte opportunità e lezioni che le agenzie svizzere hanno potuto trarre dalla crisi. Werbewoche.ch ha chiesto in giro nel settore. Come è stato il 2020 per le agenzie? E con quali risoluzioni hanno iniziato il 2021?

markushammer-equipe

Markus Hammer, Equipe

"Il 2020 è stato un anno impegnativo e pieno di impegni per Equipe. Nel complesso, comunque, siamo molto soddisfatti di come l'abbiamo gestito internamente e insieme ai nostri clienti. Tuttavia, la situazione generale continua naturalmente a pesare su di noi. Perché senza voler sembrare negativo: Credo che al momento stiamo solo sentendo l'inizio di quello che sarà un cambiamento duraturo. 

La sfida più grande è il cambiamento massiccio nel comportamento dei clienti. L'intera situazione di blocco non solo ha cambiato massicciamente il comportamento di acquisto, ma anche la domanda sui marchi e le loro prestazioni e servizi. 
Fino a poco tempo fa, molte aziende erano esitanti quando si trattava di digitalizzare i loro prodotti, servizi e processi, o di affrontare le sfide di un mondo in rapida digitalizzazione. Questo sta ora prendendo il suo pedaggio e causerà grandi problemi a molti clienti e agenzie. Dopo tutto, la maggior parte delle agenzie sono prima di tutto un riflesso dei loro clienti, sia in termini di capacità digitali che di aspettative nei loro confronti.

Ciononostante, ci sono attualmente un numero incredibile di opportunità per sviluppare ulteriormente i clienti in modo mirato e per modellare insieme con successo i compiti. Temi come la trasformazione del marketing, il marketing 1-2-1, ma anche l'intero aspetto dello sviluppo della comunicazione e delle campagne da un approccio mobile-first coerente o il considerare i social media come un canale molto serio all'interno del funnel di vendita sono finalmente arrivati alla maggior parte dei clienti.

Due anni fa, per esempio, si discuteva ancora di qualche tipo di dichiarazione di scopo, ma ora, in pochissimo tempo, si è diffusa tra molti marchi una nuova e più seria cultura di discussione su ciò che i marchi devono raggiungere in futuro e qual è la loro vera ragion d'essere. Penso che questo sia un bene per la nostra industria in un posto o nell'altro.

La situazione di Corona non solo ha accelerato massicciamente la digitalizzazione, ma sta portando anche molti altri cambiamenti, alcuni dei quali radicali. Intere industrie e modelli di business precedentemente validi scompariranno o saranno sostituiti da nuovi prodotti e servizi digitali. Penso che stiamo vedendo solo la punta dell'iceberg del cambiamento cumulativo qui al momento. La cosa più importante sarà interrogare criticamente e sfidare intenzionalmente ciò che è stato e ancora in parte funziona. Perché lo status quo di oggi è solo il terreno di coltura per quello che verrà domani. 

Penso che quest'anno sarà simile in molti modi all'ultimo. Perché la crisi non è affatto finita. Non sappiamo ancora come le cose cambieranno nel dettaglio e come alla fine si metteranno a posto nel quadro generale. Ma noi di Equipe siamo molto fiduciosi che come agenzia e team con DNA digitale, riusciremo a padroneggiare con successo anche questa sfida insieme ai nostri clienti".

nicoammann_heimat_2019_bw

Nico Ammann, Casa Zurigo

"Per Heimat Zürich, il 2020 è stato un anno di successo nonostante tutte le avversità. Corona sta capovolgendo il mondo. Nel 2021, vogliamo usare questo per renderci ancora più rilevanti. Per i clienti che si affidano a soluzioni creative per il cambiamento, il progresso e il successo".

Michael-Volkart-HinderlingVolkart_PoD

Michael Volkart, Hinderling Volkart Parte di Dept.

"L'anno 2020 ha avuto tutto per noi - è iniziato con un doppio botto. A gennaio abbiamo annunciato che ci saremmo uniti al gruppo di agenzie Dept. Poi, praticamente in contemporanea, è arrivata la chiusura e l'inizio della nuova era dell'home office. Da un lato, c'erano le opportunità che si presentavano nel nuovo ambiente Dept, e dall'altro, la sfida quotidiana di tenere insieme una squadra durante la pandemia, motivandola e assicurandosi che potesse comunicare anche dall'home office. Non eravamo quindi ancora in grado di rendere abbastanza giustizia alla nostra pretesa di dare ai nostri dipendenti l'esperienza di sentirsi davvero parte di un'agenzia globale. In primo luogo, abbiamo dovuto concentrarci sulla stabilità della squadra e sulle questioni interne qui in Svizzera.

La tensione tra tutte le richieste era enorme e ci ha messo a dura prova nel frattempo. È stato ancora più prezioso essere in un gruppo con Dept che in ogni momento ha riconosciuto la complessità e la sensibilità delle questioni e degli eventi, si è fidato completamente di noi e ci ha permesso di agire in modo imprenditoriale.

Fortunatamente, l'incertezza causata da Corona è rimasta entro i limiti economici - non da ultimo grazie al nostro equilibrato mix di clienti e progetti. Abbiamo anche sentito una grande voglia di innovazione e digitalizzazione da parte dei clienti, che ci ha aperto nuove richieste e progetti. Nel contesto Dept, Corona ha ricevuto una risposta e una comunicazione rapida, non burocratica e completa, il che ci ha dato sicurezza.

Così, il 2020 è stato un anno in cui abbiamo avuto soprattutto un effetto stabilizzante e siamo stati in grado di metterci in una posizione di partenza sicura e buona per il 2021. Useremo l'anno appena iniziato per aprire un altro capitolo. Non vediamo l'ora di utilizzare la combinazione di creatività, tecnologia e dati per il nostro ulteriore sviluppo e quello dei nostri clienti in un contesto internazionale con Dept. Siamo pieni di spinta per iniziare nuovi progetti più ampi, collegare le discipline e mettere le nostre forze in un contesto più ampio. È così che impariamo e apriamo nuovi campi a tutti i livelli".

Hirsbrunner_Roman_Jungvonmattlimmat

Roman Hirsbrunner, Jung von Matt Limmat

"Il 2020 è stato una sfida. Ed è stato a livello individuale e collettivo. Ma è stata anche una sfida che come agenzia abbiamo affrontato insieme. 

Naturalmente, nella primavera del 2021, anche noi ci siamo chiesti come funzionerà il lavoro in un mondo cambiato. Di conseguenza, abbiamo investito molto per assicurarci di avviare i cambiamenti necessari sia con e per i nostri clienti che con e per i nostri dipendenti. E questo nella forma e nel contenuto: lavorare a distanza e digitalmente con gli altri è diventato parte della vita quotidiana - la parola chiave è "lavorare da qualsiasi luogo" - e sulla base del contenuto, abbiamo potuto e permesso di guardare strategicamente al futuro con molti dei nostri clienti.
  
Cosa abbiamo imparato nel 2020: Conviene sempre lavorare in modo iterativo, costruire prototipi che si cambiano e migliorano costantemente. Soprattutto in tempi di grande incertezza, bisogna approfittare di questo fatto. Niente deve, tutto può. L'abbiamo vissuto anche nella collaborazione con i nostri clienti: lavorando rapidamente, agilmente e con poca gerarchia sulle idee e realizzandole nel minor tempo possibile. E il 2020 ci ha anche mostrato quanto sia importante e impegnativo vivere una cultura anche nei momenti che non si trascorrono insieme. Trasformare la cultura nello spazio digitale richiede molto impegno e la volontà di non dare più nulla per scontato.
 
Per noi, il 2021 è tutta una questione di eccellenza e di slancio. Un lavoro, un progetto, un'idea diventa eccellente solo quando viene pensato, realizzato e percepito al momento giusto. Continuiamo a lavorare costantemente sulla nostra impostazione e cultura per garantire un terreno fertile per l'ispirazione e le idee eccellenti. Il nostro ecosistema creativo sta crescendo e con esso molte nuove opportunità. Sia per i nostri dipendenti che per i nostri clienti".

Markus_ruf_ruflanz

Markus Ruf, Ruf Lanz

"Il 2 gennaio 2020, ero seduto sulla terrazza del Mandarin Oriental di Singapore con la mia dolce metà in un'atmosfera di vacanza e ho sentito per la prima volta parlare di un nuovo virus dalla Cina. Allora, l'unico piano di protezione necessario era quello di spruzzare generosamente lo spray per le zanzare. Oggi il mondo è un posto diverso. Per quanto riguarda Ruf Lanz, intere presentazioni sono diventate improvvisamente carta straccia, e molte cose hanno dovuto essere rifatte. Il nostro motto: creare invece di lamentarsi.

Solo tre esempi: Per il VBZ abbiamo usato i colori dello Zurich Pride cancellato con le linee del tram tuttavia portato sulla strada - per una Zurigo tollerante e colorata. Per Hiltl abbiamo il Misure di protezione legate all'atteggiamento animalista del pioniere vegetariano. E per la fondazione Tier im Recht abbiamo usato il Tempo di fermarsi per un momento di riflessione sul turismo della fauna selvatica.

Siamo convinti che in tempi di incertezza, l'atteggiamento di un marchio diventa ancora più importante. La gente vuole sapere cosa rappresenta e quale contributo dà alla società. Mettere in scena questo contributo in modo sorprendente e intelligente rimane il nostro obiettivo nel 2021".

raul_serrat_serviceplan

Raul Serrat, Serviceplan Suisse

"La situazione nel 2020 è stata inaspettata e radicale per tutti noi. All'inizio pensavamo che l'isolamento e con esso l'ufficio a casa avrebbe stroncato la creatività sul nascere. Ma abbiamo scoperto che non è così. L'improvviso lavoro da casa ha funzionato incredibilmente bene. La creatività crea e trova sempre nuove soluzioni e modi per far andare avanti le cose. Le squadre ben collaudate hanno continuato a lavorare in modo creativo online. Le situazioni di crisi spesso portano alla luce se le persone lavorano davvero insieme in modo costruttivo, e siamo molto orgogliosi dei nostri colleghi in questo senso.

Ma è stato certamente un anno strano e a tutti noi manca il contatto personale tra di noi. Mantenere la cultura dell'agenzia in qualche modo viva era ed è probabilmente una delle più grandi sfide per noi come manager durante questo periodo. Lo scambio tra le persone crea spazio per nuove idee; nell'agenzia questo avviene abbastanza naturalmente, nell'home office bisogna esplicitamente trovare il tempo per farlo. La nostra consapevolezza di quanto sia importante l'atmosfera sul posto di lavoro per le persone creative è diventata ancora più grande, continueremo a coltivarla con attenzione. Inoltre, credo anche fermamente che questa situazione porti alcune intuizioni che manterremo e coltiveremo in futuro. E dalla seconda metà del 2021, ci sarà molto da recuperare: non vediamo l'ora di fare pause caffè, aperitivi e feste insieme".

Wirz_Blue-Happy-Monday_1

Petra Dreyfus, Wirz

"Il 2020 è stato probabilmente uno degli anni più straordinari che abbiamo vissuto come agenzia. Nonostante tutte le avversità, siamo grati e orgogliosi di essere riusciti ad avere un anno commerciale di successo. Questo è stato reso possibile in particolare dalla fiducia e dalla flessibilità dei nostri clienti esistenti e dai nuovi grandi affari, e naturalmente dai nostri dipendenti, che nel 2020 hanno dimostrato che il vero lavoro di squadra funziona anche in situazioni estreme.

Soprattutto nella primavera del 2020, il nostro mondo è stato messo sottosopra: campagne e progetti a cui si era lavorato per mesi hanno dovuto essere cancellati o completamente ripensati, a volte poco prima del lancio, in modo che corrispondessero alla situazione attuale in termini di tonalità e aspetto visivo. Oltre a questi compiti impegnativi, come agenzia abbiamo dovuto abituarci al fatto che la pianificazione come l'avevamo conosciuta fino ad allora non era più possibile. Anche internamente, quest'anno abbiamo dovuto fare a meno di molti rituali cari.

Tuttavia, come molte altre aziende svizzere, abbiamo dimostrato a noi stessi che molte cose che prima venivano liquidate come "irrealistiche" o "non funzionano" funzionano invece. Abbiamo imparato molto sulla digitalizzazione sul posto di lavoro e apprezziamo questa modernizzazione. I rituali interni e gli eventi che non potevamo tenere come al solito hanno lasciato il posto ad altre forme innovative di team building e intrattenimento: per esempio, abbiamo tenuto un torneo interno di carte online.
 
Abbiamo anche dimostrato a noi stessi che siamo più flessibili di quanto pensassimo. Ci è stato ribadito che abbiamo dipendenti incredibilmente innovativi e adattabili che combattono attraverso la giornata lavorativa pandemica con disciplina e creatività. Tuttavia, come agenzia creativa, ci rendiamo conto che gli uffici domestici hanno dei limiti e non sostituiscono l'interazione faccia a faccia e creativa. Noi umani abbiamo semplicemente bisogno di una vera comunità.

Nel 2021, la nostra preoccupazione più importante continuerà ad essere investire in dipendenti ancora più qualificati, motivati ed entusiasti. Con Kathrin Jesse, che si unirà a noi da DDB Berlino in aprile, saremo in grado, per esempio, di riposizionare il capo del nostro dipartimento di strategia con un dream team assoluto. Abbiamo anche molti piani per i nostri stimati clienti. Riveliamo solo questo: ci sono già dei punti forti nella faretra".

(Visitato 125 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento