Richiesta di arresto dello schermo pubblicitario: Lettera aperta al consiglio comunale di Zurigo

La Fondazione Svizzera per l'Energia, lo Sciopero per il Clima di Zurigo e "IG Plakat | Raum | Gesellschaft" chiedono al Consiglio comunale di Zurigo di non approvare più schermi pubblicitari in futuro.

Nella lettera, che gli autori hanno inviato anche ai media, si legge tra l'altro: "La città di Zurigo è da tempo impegnata nell'obiettivo di una società a 2000 watt. Tuttavia, nel 2015 è stato infranto un tabù con l'introduzione di schermi pubblicitari ad alto consumo energetico negli spazi pubblici. Un audit energetico commissionato dalla città insieme alla società di cartelloni pubblicitari Clear Channel nel 2017 afferma inequivocabilmente: "L'installazione aggiuntiva di supporti pubblicitari digitali o la sostituzione di uno scroller per cartelloni con uno schermo pubblicitario LCD aumentano sia la domanda di energia che le emissioni di gas serra e sono quindi contrari agli obiettivi della società dei 2000 watt."

Ciononostante, il numero di schermi pubblicitari è stato costantemente ampliato a Zurigo, sia su proprietà pubbliche che private. Nei prossimi tre anni sarà quadruplicato con l'installazione di 257 schermi alle fermate degli autobus VBZ.III Circa 95% del consumo energetico risparmiato dalla costosa conversione delle fermate degli autobus all'illuminazione a LED viene immediatamente annullato dall'installazione degli schermi.IV Mentre una campagna pubblicitaria su larga scala dell'EWZ cerca di vendere alla popolazione pannelli solari al metro quadro, gli schermi pubblicitari attuali e quelli previsti sul suolo pubblico consumano tanta elettricità quanto quasi 20.000 metri quadri di pannelli solari, ovvero la metà di tutti i pannelli solari che l'EWZ segnala nella città di Zurigo."

La città mina la sua credibilità

Il I firmatari ritengono che l'espansione degli spazi pubblicitari digitali consumi inutilmente energia e invii segnali sbagliati per una città progressista. E continua: "Mostrando sui mezzi pubblicitari consumi contrari alla società dei 2000 watt o all'obiettivo della rete zero, la città mina la sua credibilità e vanifica gli sforzi della EWZ e dei cittadini. Gran parte del danno è già stato fatto. Il quadruplicamento degli spazi pubblicitari e l'annullamento del risparmio energetico grazie all'illuminazione a LED nelle fermate VBZ sono già in corso. Chiediamo pertanto al Consiglio comunale di annullare i lotti 11-14 dell'attuale gara d'appalto.VIII (schermi pubblicitari e colonne girevoli illuminate) con effetto immediato e di non approvare ulteriori schermi pubblicitari e colonne girevoli illuminate, né su suolo privato né su suolo pubblico. Gli attuali contratti con la società di affissioni dovrebbero essere risolti al più presto e non dovrebbero essere rinnovati in nessun caso".


Il testo completo della lettera è disponibile online.

 

(Visitato 270 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento