I manifesti sono il mezzo più accettato in Svizzera, secondo lo studio

L'associazione AWS Aussenwerbung Schweiz ha commissionato all'istituto di ricerche di mercato Link uno studio sull'accettazione e la rilevanza della pubblicità esterna. I risultati sono incoraggianti dal punto di vista del mercato OOH svizzero: il mezzo di affissione è giudicato come il mezzo più "simpatico" rispetto a giornali/riviste, televisione o cinema.

Alla luce del fatturato pubblicitario in costante crescita nei media elettronici, l'associazione AWS Aussenwerbung Schweiz si è chiesta quanto sia alta l'accettazione dei vari media concorrenti rispetto alla pubblicità esterna.

Per arrivare in fondo a questa domanda, è stato commissionato uno studio all'istituto di ricerche di mercato Link. Questo studio è stato utilizzato per scoprire quali mezzi pubblicitari sono percepiti come particolarmente attraenti o fastidiosi, e quale valore viene attribuito alla pubblicità sui manifesti dalle PMI. In vista del fatto che la pubblicità sui cartelloni sta per essere vietata nella città di Ginevra, sono stati intervistati anche gli atteggiamenti verso il divieto di pubblicità sui cartelloni.

Simpatia pubblicitaria con OOH alta

Mentre, secondo lo studio, la pubblicità sui cartelloni è stata valutata come simpatica dal 72% degli intervistati, la pubblicità sui siti web o nelle app e la pubblicità sui social media hanno ottenuto rispettivamente solo il 23 e il 22% di simpatia.

Poster pubblicitari percepiti come meno inquietanti

Inoltre, secondo lo studio, la pubblicità sui cartelloni è risultata essere la meno fastidiosa per l'82%. La pubblicità sui siti web o nelle app, invece, è considerata "molto fastidiosa" da più della metà degli intervistati. Il 68% degli intervistati considera la pubblicità in televisione o per posta come "fastidiosa" o addirittura "molto fastidiosa".

Valore della pubblicità sui manifesti per le PMI

In generale, la pubblicità sui manifesti regionali è percepita come molto positiva. L'affermazione "Penso che sia un bene quando le aziende regionali/PMI attirano l'attenzione del pubblico con la pubblicità sui manifesti" è stata percepita come vera con il 76%.

La maggioranza è contro il divieto di affissione

Secondo gli intervistati, un divieto della pubblicità sui cartelloni è fuori questione: con il 63%, una netta maggioranza considera "per niente buono" o "non buono" se la pubblicità sui cartelloni venisse vietata.

Lo studio mostra il buono stato della pubblicità esterna

La nuova edizione sulla valutazione dei mezzi pubblicitari conferma gli alti valori di gradimento e accettazione della pubblicità out-of-home dagli studi condotti negli ultimi anni. Secondo gli autori dello studio, il "valore della pubblicità sui cartelloni" in relazione alle attività pubblicitarie delle PMI, che è stato rilevato per la prima volta, mostra anche l'alta attrattiva del canale pubblicitario Out of Home tra la popolazione generale.

Anche le risposte alla domanda sui divieti di affissione sosterrebbero la tesi precedente: La popolazione apprezza la rivitalizzazione dello spazio pubblico attraverso la pubblicità esterna ed è chiaramente contraria a un divieto di affissione pubblicitaria.


L'AWS esamina il valore di Out of Home in studi regolari. Il sondaggio online viene condotto in questa forma ogni quattro anni circa e attualmente è stato effettuato da Link nel periodo dal 5 al 10 gennaio 2022 su un totale di 1013 persone di età compresa tra 15 e 79 anni (D-CH 759 / W-CH 254).

(Visitato 512 volte, 1 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento