Gemi dicembre 2014: Digital Out of Home in forte calo

Alla fine dell'anno, la pressione pubblicitaria nei settori TV e Internet è aumentata, mentre il digital out of home ha registrato un calo significativo rispetto al massimo storico dello stesso mese di dicembre 2013.

Anche la radio e il televideo sono in calo. Per contro, i media elettronici in generale e il mercato complessivo rimangono stabili. Lo dimostra l'edizione di dicembre dell'indice Goldbach (GEMI) per la pressione pubblicitaria nel mercato generale e nei media elettronici.

Rispetto a un forte 2014 nel suo complesso e a un massimo storico nel mese comparativo di dicembre 2013, la pressione pubblicitaria nel segmento Digital out of Home è scesa bruscamente a 662 (747) nel dicembre 2014. Per Willi Meyer, Head of Sales DOOH Goldbach Media (Svizzera), tuttavia, questo non è certo un motivo per lamentarsi: "Nel complesso, siamo in crescita rispetto all'anno precedente nel Digital out of Home. L'attività natalizia è iniziata prima, il che si riflette anche nei dati di novembre, superiori alla media. In sintesi, quindi, non c'è stato un calo ma un leggero miglioramento della stagionalità".

Anche la pressione pubblicitaria nei segmenti Radio 400 (405) e Televideo 49 (50) è diminuita, anche se in misura significativamente minore.

Alla fine dell'anno, la TV 654 (653) e Internet 770 (767) hanno registrato un aumento della pressione pubblicitaria. I media elettronici nel loro complesso 651 (651) e il mercato complessivo sono rimasti stabili a 238 (238).

gemi1214

Altri articoli sull'argomento