Aleksandra Orestijevic entra a far parte dell'agenzia Oona+

Aleksandra Orestijevic è il nuovo volto del team di Oona+ da ottobre 2023. Ha oltre dieci anni di esperienza nella gestione di progetti e nella gestione e trasformazione di aziende del settore assicurativo.

(Immagine: zVg.)

L'agenzia è stata lanciata poco meno di un anno fa ed è specializzata in employer branding, marketing del reclutamento e acquisizione di talenti. (Werbewoche.ch). Il fondatore e amministratore delegato di Oona+, Sebastian Kuhn-Prohic, vuole colmare una lacuna nell'ambiente delle agenzie con una consulenza a 360 gradi in questi settori. Ora sta coinvolgendo per la prima volta Aleksandra Orestijevic.

I ruoli precedenti di Aleksandra Orestijevic vanno da project manager a transformation manager, consulente, facilitatore, agente di cambiamento e promotore di cultura. Una delle sue specializzazioni è la progettazione dell'esperienza dei dipendenti e dell'employer branding.

"Come senior project manager e specialista di employer branding, Aleksandra Orestijevic è un'aggiunta ideale alla nostra giovane agenzia", è convinto Sebastian Kuhn-Prohic. "La nostra esperienza nell'ultimo anno ha dimostrato che le forti capacità di gestione dei progetti sono molto richieste dai clienti. Sono inoltre indispensabili in un ambiente multidisciplinare e in progetti spesso complessi. La loro esperienza nell'employer branding interno e nella progettazione di esperienze per i dipendenti è un'aggiunta ideale alle loro competenze lungo il percorso dei candidati."

Permane una situazione di tensione sul mercato del lavoro

Molte aziende hanno ancora innumerevoli posti vacanti. I motivi sono la carenza di lavoratori qualificati, la crescente concorrenza globale, il cambiamento dell'atteggiamento verso il lavoro e una nuova generazione sul mercato del lavoro che pone elevate esigenze e aspettative alle aziende.

"Quando le linee di produzione si bloccano a causa di posti vacanti, ciò non riguarda solo l'azienda, ma l'intera economia", spiega Kuhn-Prohic. La maggior parte delle aziende non ha la capacità di sviluppare misure e soluzioni internamente con il proprio team di employer branding. Di conseguenza, l'argomento è ormai onnipresente in molti team di gestione. "Abbiamo già vinto diversi contratti e saremo in grado di mostrare i primi risultati nei prossimi mesi".

Altri articoli sull'argomento