La paga non è solo una questione di soldi per i professionisti, dice uno studio

Il denaro non è l'unico modo di remunerare il lavoro, secondo due terzi dei professionisti della Svizzera tedesca. Inoltre, il tempo di presenza è diventato obsoleto per la maggior parte come metro di misura per determinare la paga. Invece, il raggiungimento degli obiettivi e la buona cooperazione con i colleghi dovrebbero avere un'influenza sulla retribuzione. Questo è il risultato di un recente studio della rete professionale Xing sul tema della retribuzione. La grande maggioranza è anche a favore di stipendi più trasparenti.

Per conto di Xing Svizzera, la società di ricerche di mercato e di opinione Marketagent.com ha intervistato 500 persone occupate nella Svizzera tedesca sul tema dei salari. I risultati più importanti:

Per la maggioranza, il salario non deve sempre significare denaro

I cambiamenti nel mondo del lavoro stanno influenzando anche il modo in cui affrontiamo la questione della retribuzione e stanno alimentando la discussione sui nuovi modelli di remunerazione. Circa due terzi (66%) dei professionisti svizzeri credono che il denaro non sia l'unico modo per premiare le prestazioni e il lavoro. Il 24% è indeciso sull'argomento e solo il 10% pensa che non ci siano alternative al denaro quando si tratta di pagare.

Per il 69% degli intervistati, sarebbe concepibile ricevere parte del loro stipendio sotto forma di giorni di vacanza aggiuntivi. Poco meno della metà (46%) può immaginare i benefici per certi servizi e prodotti come una componente dello stipendio. I benefici in natura dalla propria azienda o da aziende partner sono anche un'opzione per il 38%. I dipendenti hanno poco interesse in attrezzature da ufficio più attraenti come parte della loro compensazione. Solo il 6% lo accetterebbe al posto del denaro.

Raggiungimento degli obiettivi e cooperazione: sono necessari nuovi parametri di riferimento per la remunerazione

Per la maggior parte degli intervistati, il tempo trascorso al lavoro è diventato obsoleto come misura per determinare la retribuzione. Solo il 22% pensa che le ore di lavoro siano il modo più appropriato per determinare la paga. Il 60 per cento crede che le prestazioni e il raggiungimento degli obiettivi dovrebbero invece essere premiati. E circa la metà (49%) dice che la collegialità e un buon rapporto di lavoro dovrebbero anche avere un impatto sulla paga. La creatività e l'inventiva sono una base di valutazione sensata per il 41%. In pratica, c'è ovviamente bisogno di recuperare il ritardo: Meno della metà (43%) degli intervistati ritiene che il modo in cui il rendimento lavorativo viene misurato nella propria azienda sia giusto.

Trasparenza salariale: divario tra aspirazione e realtà

La grande maggioranza dei professionisti (63%) è a favore della trasparenza salariale nella propria azienda. Il 23% è indeciso sulla questione e solo il 14% è contrario. Tuttavia, la realtà nella maggior parte delle aziende svizzere è diversa: Solo il 15% degli intervistati dice che i salari sono discussi apertamente nella loro azienda. E solo il 23% conosce gli stipendi dei propri colleghi. I dipendenti si aspettano che una maggiore trasparenza abbia effetti positivi. Due terzi (66%) credono che la trasparenza salariale sia un modo per ottenere la stessa retribuzione per lo stesso lavoro per donne e uomini. Circa un terzo (36%) si aspetta di beneficiare personalmente di una maggiore trasparenza salariale. Tra le donne, la cifra arriva al 42%. Solo un 8 per cento crede che il suo stipendio diminuirebbe con una maggiore trasparenza.

L'amministratore delegato di Xing Svizzera Robert Bertschinger dice: "Il nostro studio dimostra: Un nuovo lavoro ha bisogno di una nuova paga. I professionisti in Svizzera sono pronti a ripensare il tema della compensazione. Stipendi non trasparenti e un'attenzione al tempo di presenza non soddisfano le aspettative di oggi. Per le aziende, la grande apertura a forme alternative di compensazione significa un'opportunità per posizionarsi come datori di lavoro con modelli innovativi. Allo stesso tempo, devono considerare come affrontare al meglio la richiesta di una maggiore trasparenza salariale".

(Visitato 134 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento