Saluti dalla sede - Episodio 33: Stephan Frey, Attackera

Stephan Frey, CEO dell'agenzia di performance marketing Attackera, specializzata in pubblicità programmatica, risponde alle domande nel 33° episodio della nostra serie "Greetings from the Home Office".

Grüsse aus dem Homeoffice

Werbewoche.ch: Da quanto tempo sei in sede?

Stephan Frey: Dal 25 marzo sono praticamente volato dalla mia vacanza direttamente all'ufficio di casa. Il virus ha rovinato i miei tre mesi sabbatici. Mi stavo solo scaldando alla tavola da surf.

 

Tutta la sua agenzia si trova in un home office?

Sì, sono ben sette persone.

 

Lei o la sua agenzia avete avuto problemi tecnici durante l'installazione?

No, per niente. In realtà cerchiamo sempre il modo più efficiente e ci siamo affidati a soluzioni cloud fin dall'inizio.

 

Dove ti sei stabilito?

Ho sempre resistito a lavorare da casa fino ad ora. Ora dovevo fare spazio per me stesso tra lo stendibiancheria e le scatole dei rifiuti. Ma qui mi sento più allegro e apprezzo la pace e la tranquillità.

 

Di cosa avete bisogno per mantenere le operazioni durante il periodo di Corona?

Internet e i dispositivi di lavoro. Una mia collega ha rotto il suo portatile. L'eccitazione è stata grande!

 

Hai esperienza di home office o è la prima volta?

In realtà lavoro sempre dalla strada. Questa è anche la parte che apprezzo di più. Mi piace essere "on the road", sono un grande fan delle FFS e della ZVV e mi piace lasciare la mia energia sulla strada.

Grüsse aus dem Homeoffice

Quali processi sono difficili rispetto alla normale vita quotidiana di un'agenzia?

Wir sind eine Agentur, die grossen Wert auf das soziale Zusammenleben legt. Gäbe es eine Agentur-Mario-Kart-Challenge würde die Attackera die Plätze 1 bis 7 belegen. Ansonsten sehe ich keine Prozesse, die sich schwieriger gestalten, ausser vielleicht, dass meine Motivationsreden nicht mehr so euphorisch rüberkommen.

 

Quali lavori vanno bene?

A parte la comunicazione, non vediamo nessun handicap.

 

C'è qualcosa che funziona più facilmente o più produttivamente nell'ufficio a casa?

Parlando dal punto di vista di un manager, la distanza è ancora utile in una certa misura. Ho molto più tempo produttivo per me stesso e posso concentrarmi di più.

 

Cosa fanno per il soffitto che ti cade in testa?

Stand-up paddling. Persone: trasferirsi a Horgen. Il lago mi dà immensamente.

Grüsse aus dem Homeoffice

Ti è già capitato qualcosa come il nervosismo da ufficio in casa?

Assolutamente! Trovo anche interessante come funzionano le curve di umore dei singoli dipendenti. Ma prima o poi, il crollo dell'home-office arriva per tutti.

 

Cosa le manca di più della vita fisica quotidiana di un'agenzia?

Naturalmente, ci uniamo anche nell'home office. Ma il sentimento è logicamente più forte quando siamo tutti insieme. Abbiamo anche una canzone dell'agenzia che mi piacerebbe cantare di nuovo con tutta la squadra.

 

Siete sicuri che la vostra agenzia uscirà indenne dalla crisi?

Illeso, ne sono certo. Ma ce la faremo.

 

Come tutti sappiamo, ogni cosa ha i suoi lati positivi. Cosa c'è nella tua attuale situazione di home office?

Io e la mia ragazza ci frequentiamo di nuovo più a lungo e più intensamente. È bello vedere che ho avuto una buona mano nella scelta del partner.

 

Quando e perché ha riso per l'ultima volta in relazione all'home office?

Sono diventato un nerd dei giochi. Quando ho sconfitto la Maledizione del Tuono di Ganon ("Zelda - Breath of the Wild"), sono scivolato per l'appartamento sulle ginocchia (non proprio vero - ma qualcosa del genere).

 

Anche se non hai una sfera di cristallo: Si aspetta che la situazione attuale duri ancora a lungo?

Che io sia dannato se lo so.

 

Cosa vorresti dare ai tuoi colleghi del settore da portare con sé nel loro cammino attraverso la crisi?

Non credo che i miei colleghi del settore abbiano bisogno dei miei consigli. Siamo un'industria innovativa, creativa, umoristica e impegnata. Ci riusciranno!

 

Grüsse aus dem Homeoffice

Il coronavirus ha una forte presa sulla società. Quelli che possono stare a casa, stanno a casa. Anche l'industria della pubblicità, della comunicazione e del marketing sta spostando su larga scala le operazioni verso l'home office. Con la serie "Greetings from the home office", Werbewoche.ch fa luce sulla vita lavorativa quotidiana tra le quattro mura di casa.

Tutti gli episodi in un colpo d'occhio:

(Visitato 184 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento