Il governo di Svitto si oppone all'abbonamento annuale gratuito al giornale per i giovani

Il governo di Svitto si è espresso contro l'idea di un abbonamento annuale gratuito al giornale per i diciottenni. Ritiene che questo strumento per promuovere l'interesse dei giovani verso i media regionali sia inappropriato.

Il governo di Svitto è contrario all'idea di un abbonamento annuale gratuito al giornale per i giovani. (Immagine simbolica: Keystone/Gaetan Bally)

Il costo dell'abbonamento non sembra essere il principale ostacolo alla mancanza di interesse, come si evince dalla risposta data giovedì dal Consiglio di Stato a un postulato del PS. In molti casi, i genitori hanno addirittura un abbonamento al giornale in casa.

Da qualche tempo esiste anche il progetto "Giornale a scuola". In questo progetto, studenti e insegnanti di oltre 20 classi ricevono il giornale ogni giorno per due mesi. Messaggero della Svizzera originale.

Dal punto di vista della politica dei media, il Consiglio di Governo non si preoccupa principalmente di promuovere l'acquisto di abbonamenti. Piuttosto, è necessario sviluppare contenuti mediatici di alta qualità nei formati utilizzati da questa fascia d'età. Tuttavia, questo è il compito dei media.

Il governo dichiara inoltre che i mezzi di comunicazione di massa sono inclusi nel programma di studi di Svitto. Anche l'educazione politica sarà trattata in diverse materie. Gli studenti saranno inoltre sensibilizzati a utilizzare i media tradizionali come fonte di informazione sicura, invece dei social media.

I consiglieri cantonali del PS Martin Raña e Alex Keller hanno sottolineato in un postulato l'importanza dei media locali per la democrazia. Con un abbonamento gratuito di un anno alla testata preferita, i giovani dovrebbero scoprire i vantaggi personali dei giornali locali a pagamento. Il postulato mirava anche a sostenere i media locali.

Il Consiglio di Governo propone che il postulato sia dichiarato irrilevante. (SDA)

Altri articoli sull'argomento