Il Consiglio federale vuole ridefinire le aree per le stazioni radio private

In futuro, ci saranno più aree di copertura per le stazioni radio e TV locali - venti per la radio invece delle attuali dodici. In ogni area ci sarà un fornitore che ha un mandato di servizio pubblico e in cambio riceve denaro dal prelievo radiotelevisivo.

Il Consiglio federale ha aperto la procedura di consultazione mercoledì. Ci saranno ora venti aree di copertura per le stazioni radio locali commerciali (in precedenza dodici), dieci per le stazioni radio locali no-profit (in precedenza nove) e 13 per le stazioni TV regionali (invariate).

L'aggiustamento è stato fatto in vista della prossima nuova licenza dal 2025 e come reazione allo sviluppo digitale, secondo la comunicazione dell'Ufficio federale delle comunicazioni Bakom. Tiene anche conto degli sviluppi storici.

Le aree nelle regioni di montagna e periferiche rimangono le stesse. Ci sono dei cambiamenti, tuttavia, negli agglomerati urbani, sull'Altopiano centrale e nella Svizzera centrale e orientale. In ogni area ci sarà un fornitore con un mandato di servizio pubblico che riceverà fondi dal prelievo radiotelevisivo. In questo modo, si offrirà al pubblico un'informazione regionale in tutto il paese, analogamente alla televisione regionale.

Il fattore decisivo per la nuova disposizione era stata la considerazione di descrivere aree politiche o geografiche in cui un'offerta giornalistica sembrava essere "desiderabile in termini di contenuto per ragioni sociali, culturali ed economiche".

Gara d'appalto all'inizio del 2023

In futuro, il Consiglio federale vuole abbandonare quelle concessioni che prescrivono un mandato di prestazioni per le emittenti, ma che in cambio non prevedono alcun finanziamento attraverso il denaro del canone. Sarà ancora possibile per le emittenti locali operare senza un mandato di prestazione e senza soldi dal canone - devono solo segnalare i loro programmi a Bakom.

Secondo Bakom, 211 servizi di programmi radiofonici e 165 televisivi sono attualmente registrati. Questi non hanno un mandato di servizio pubblico e di conseguenza non ricevono alcun finanziamento pubblico. Dove e come trasmettono i loro programmi dipende da loro.

Le zone di copertura delle radio locali commerciali sono ora da definire come segue: due nella regione di Berna, una a Soletta-Olten, una in Argovia, due a Basilea, tre nella Svizzera centrale, cinque nella zona di Zurigo, due nella Svizzera orientale e quattro nella regione del Lago di Ginevra.

Le aree di copertura attualmente valide per le radio sono state definite nel 2007 - nelle condizioni tecniche della trasmissione FM. "In condizioni digitali, queste restrizioni tecniche in gran parte non si applicano più", scrive Bakom. Pertanto, le aree potrebbero ora essere descritte più semplicemente.

La consultazione durerà fino al 9 dicembre 2021. All'inizio del 2023, il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni Uvek intende mettere a concorso le licenze. Entreranno in vigore all'inizio di gennaio 2025 e saranno validi per dieci anni. (SDA)

(Visitato 157 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento