Nonostante Tiktok, Netflix e Co., la popolazione usa molto la TV e la radio

Il Digimonitor IGEM mostra che l'effetto Corona continua: Come nel 2020, le restrizioni hanno portato gli svizzeri* a puntare maggiormente sull'offerta digitale. Tuttavia, usano ancora la TV e la radio ampiamente e frequentemente - due terzi ascoltano la radio o guardano la TV ogni giorno.

Secondo il Digimonitor pubblicato lunedì, il provider di streaming Netflix ha trovato mezzo milione di nuovi utenti in un anno. Secondo lo studio annuale, ha 2,8 milioni di utenti in Svizzera - Netflix raggiunge così il 42% della popolazione.

Su YouTube, 4,6 milioni di persone (68%) fanno clic. Play Suisse, il servizio di streaming della SSR, raggiunge 690'000 persone (10,2%). Disney+ è usato da quasi altrettanti (650.000 o 9,7%).

Tuttavia, il Digimonitor mostra anche che, nonostante questa spinta alla digitalizzazione, la televisione classica raggiunge ancora molti più spettatori. 6,3 milioni o il 94% della popolazione guarda la televisione, e nonostante i telefoni cellulari, i tablet e i computer portatili, preferiscono farlo sul collaudato televisore in salotto.

Crescita in tempi di pandemia

L'app di pagamento svizzera Twint è considerata uno dei vincitori della crescita nel 2021. Ora è usato da 2,8 milioni di persone, o il 42% della popolazione, per effettuare pagamenti senza contatto.

Questo significa che l'app ha oltre 1 milione di utenti in più rispetto al 2020. Un anno fa, c'era già un forte aumento - sulla scia della pandemia e dei divieti di igiene.

Zoom e Microsoft Teams hanno anche registrato più di 1 milione di nuovi utenti rispetto a un anno prima. Questi aumenti sono anche dovuti agli effetti Corona; gli strumenti per la videoconferenza sono molto richiesti in tempi di uffici domestici.

Facebook perde con i giovani

Le piattaforme di social media sono popolari in Svizzera indipendentemente dalla pandemia: 4,2 milioni di persone o il 71% della popolazione ne usa una almeno occasionalmente. Tra i 15-24enni, la percentuale arriva al 99%.

Facebook è ancora la piattaforma più grande, con 3 milioni di svizzeri su di esso. Tra i giovani, tuttavia, sta perdendo terreno e non è più il numero 1. Tra i 15-24enni, il portale video Tiktok è ora davanti a Facebook per la prima volta.

Concorso per Whatsapp

Tra i servizi di messaggeria, Whatsapp rimane il leader del mercato con un ampio margine. 5,6 milioni di persone o il 42% della popolazione invia i suoi messaggi tramite Whatsapp. Tuttavia, i concorrenti stanno guadagnando terreno: Telegram ha 940.000 (14%), Signal 860.000 (12,9%) e l'app svizzera Threema 710.000 (10,7%) almeno utenti occasionali.

Secondo Digimonitor, quasi il 30% della popolazione usa almeno uno di questi servizi alternativi. Ma anche tra le persone che hanno scaricato un'alternativa, Whatsapp rimane ancora il principale messenger.

Il servizio di messaggeria Telegram è più usato in Ticino (17,4 per cento) e nella Svizzera francese (16,2 per cento) che nella Svizzera tedesca (13,1 per cento). Threema, invece, ha quasi solo utenti nella Svizzera tedesca: 13,4 per cento contro il 3,7 per cento nella Svizzera francese e il 3,4 per cento in Ticino. Whatsapp è molto usato in tutte le regioni linguistiche.


Lo studio Digimonitor è pubblicato annualmente dalla Interessengemeinschaft elektronische Medien e dalla Wemf AG für Werbemedienforschung. Con il sostegno della Confederazione, anche la Svizzera italiana è stata rilevata per la prima volta. (SDA/swi)

(Visitato 484 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento