I ragazzi tra i 15 e i 17 anni consumano le notizie in modo diverso e flessibile

I giovani preferiscono formati visivi come immagini e video per informarli sulla situazione delle notizie. In generale, vogliono notizie più positive e raggruppate che riassumono le cose più importanti. Questo è dimostrato da uno studio qualitativo condotto dalla ZHAW con 66 giovani della Svizzera.

bakom-grafik

(Fonte: Zhaw.ch)

Un team di ricerca guidato dall'Università di Scienze Applicate di Zurigo, insieme ai colleghi delle Università di Lugano e Losanna, ha scavato nel mondo di vita dei giovani. L'obiettivo era quello di capire come i "nativi digitali" possono essere raggiunti con le notizie.

A tal fine, hanno condotto interviste con partecipanti di età compresa tra i 12 e i 20 anni, hanno documentato il loro consumo di notizie e hanno fatto scrivere loro dei diari mediatici. Questo ha rivelato come il comportamento delle notizie dei giovani cambia con l'età.

 

Influenzato dal consumo di notizie dei genitori

Secondo lo studio, il consumo di notizie dei ragazzi dai 12 ai 14 anni è fortemente influenzato dai loro genitori. Difficilmente usano i loro smartphone per accedere ai servizi di notizie online - in parte perché i genitori e la scuola limitano il loro tempo con i cellulari. Invece, a volte sfogliano il giornale a casa o guardano le notizie quotidiane con i loro genitori. Tuttavia, i rapporti sono di solito incomprensibili per loro o non li interessano perché non vedono punti di contatto con la loro vita.

 

Aperto per qualsiasi notizia

A partire dai 14 anni, il quadro cambia: l'influenza dei genitori diminuisce, quella degli amici, dei conoscenti e delle piattaforme dei social media aumenta. I giovani vogliono essere informati per avere voce in capitolo ed essere socialmente integrati. Tuttavia, non hanno ancora una routine di notizie e sono aperti a qualsiasi notizia.

Pertanto, questo gruppo di età ha la più alta possibilità di essere raggiunto con nuovi formati di notizie, scrivono gli autori dello studio. Secondo lo studio, questa fascia d'età vorrebbe app con immagini, brevi video e sovrapposizioni di testo che riassumono le informazioni più importanti.

Non appena i giovani raggiungono i 18 anni, accedono alle notizie in modo molto specifico attraverso le app e i canali dei social media. Sanno cosa vogliono sapere, dove trovare le informazioni e quali formati preferiscono. Anche se i video e le immagini sono ancora popolari, stanno gradualmente guadagnando il favore delle relazioni scritte.(SDA)

iam-medialab-05-11-2020-audience-model-graphic-2

(Fonte: Zhaw.ch)

(Visitato 99 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento