IGEM Digimonitor: Facebook crolla tra i giovani svizzeri, i servizi di streaming guadagnano

I giovani svizzeri si allontanano da Facebook. Spotify è la piattaforma digitale in più rapida crescita davanti a Netflix. I media classici, tuttavia, continuano ad essere utilizzati da ampie masse - dai giovani agli anziani. Questo è dimostrato dallo studio Digimonitor della Interessengemeinschaft elektronische Medien (IGEM) e WEMF.

I risultati più importanti a colpo d'occhio:

  • Spotify sta crescendo più forte di tutte le piattaforme. Circa 1,6 milioni di persone in Svizzera usano Spotify (26%). Ma 5,6 milioni di persone ascoltano la radio (88%).
  • Netflix non cresce più così velocemente. Poco meno di 1,8 milioni guardano Netflix (28%) e 4,2 milioni usano YouTube di tanto in tanto (67%). Ma 5,9 milioni guardano la televisione classica (94%) e 3,4 milioni sono andati al cinema negli ultimi sei mesi (53%). 
  • Facebook sta crollando tra i giovani: nel 2019, solo il 36% dei giovani svizzeri è ancora su Facebook. Grazie a WhatsApp e Instagram, il gruppo Facebook conta comunque l'80% della popolazione svizzera tra i suoi utenti.
  • Anche se gli altoparlanti a controllo vocale come Amazon Echo sono ben noti, gli smart speaker sono ancora poco utilizzati in Svizzera.

Facebook perde, i servizi di streaming guadagnano

Grafik4_Entwicklung_Social-Media_Streaming_Junge15-24Jahre

I giovani svizzeri tra i 15 e i 24 anni stanno voltando le spalle a Facebook. Mentre l'82% dei giovani ha usato Facebook almeno occasionalmente nel 2014, solo il 36% lo fa ancora nel 2019. D'altra parte, il servizio di streaming musicale Spotify è in forte crescita. Spotify ha guadagnato 325.000 nuovi utenti nel giro di un anno. 1,6 milioni di persone ora ascoltano musica almeno occasionalmente tramite Spotify, il che corrisponde a un quarto della popolazione totale. Tra i giovani dai 15 ai 24 anni, la proporzione di utenti di Spotify e Netflix è più del doppio: circa il 60% dei giovani svizzeri ascolta musica su Spotify o guarda Netflix di tanto in tanto. Spotify è usato più intensamente di Netflix: uno svizzero su sei dai 15 anni in su ascolta Spotify ogni giorno. Ma solo uno su dieci si sintonizza su Netflix ogni giorno.

Nel 2015, solo il 5% della popolazione dai 15 anni in su ha guardato Netflix di tanto in tanto. Nel 2019, più di uno su quattro (28%) lo fa già. Tuttavia, la crescita di Netflix ha rallentato notevolmente. Netflix ha ora poco meno di 1,8 milioni di utenti in Svizzera. Bisogna potersi permettere un abbonamento a Netflix: L'uso di Netflix aumenta con l'aumentare del reddito. 

Grafik1_Nutzung-Medien_Plattformen_alle-Personen

Differenze di genere nella preferenza della piattaforma

Instagram continua a crescere. Il 27% della popolazione è occasionalmente su Instagram. Instagram è particolarmente popolare tra i giovani: l'80% dei giovani tra i 15 e i 24 anni usa Instagram, la maggior parte di loro anche più volte al giorno. L'età media degli utenti di Instagram è di 32 anni. Solo gli utenti di Snapchat e Twitch sono significativamente più giovani, intorno ai 25 anni. Gli utenti più giovani sono quelli del portale video cinese Tik Tok: Non hanno ancora 16 anni. Gli sport elettronici sulla piattaforma di gioco Twitch, che appartiene ad Amazon, è praticamente un argomento per soli uomini: quasi il 90 per cento dei 260.000 utenti sono maschi.

Le donne sono anche significativamente meno presenti degli uomini sul servizio di messaggi brevi Twitter e sulle piattaforme di carriera Linkedin e Xing. Al contrario, Pinterest ha quasi solo utenti femminili. Degli 1,1 milioni di utenti occasionali su Pinterest, oltre 800.000 sono donne.

Grafik3_Positionierung_Medien_Plattformen_Frauen-vs.-Männer

I media classici continuano ad essere utilizzati

Nonostante le molte nuove offerte digitali, la televisione, la radio e il cinema rimangono popolari in Svizzera. Con 5,6 milioni di ascoltatori, la radio supera di gran lunga gli 1,6 milioni di utenti di Spotify. I più giovani ascoltano ancora molto la radio. Più di tre quarti delle persone sotto i 25 anni ascoltano la radio, non proprio la metà anche quotidianamente.

Anche i cinema continuano ad essere visitati nonostante Netflix e co. Più della metà della popolazione è stata al cinema almeno una volta negli ultimi 6 mesi. Il cinema è ancora più popolare tra i giovani: Più dell'80% delle persone sotto i 25 anni vanno al cinema almeno una volta ogni sei mesi, la maggior parte di loro più volte.

I 5,9 milioni di spettatori televisivi superano di oltre tre volte i poco meno di 1,8 milioni di utenti di Netflix. Rispetto a YouTube, la televisione classica ha anche quasi 1,7 milioni di spettatori in più. Con il 94% della popolazione dai 15 anni in su, le grandi masse guardano la televisione. Due terzi degli svizzeri accendono la televisione in un giorno medio. Anche tra i giovani dai 15 ai 24 anni, quasi il 40% guarda la televisione ogni giorno. Grazie agli smartphone e ai computer, la gente guarda sempre più spesso la televisione in movimento e in movimento. Tuttavia, la maggior parte dell'uso della TV avviene ancora a casa davanti al classico televisore con un grande schermo. Per gli svizzeri più giovani in particolare, la televisione è un "mezzo sociale" e viene guardata più spesso della media quando si visitano amici, conoscenti o parenti. Il classico televisore rimane di gran lunga il dispositivo più popolare per guardare la televisione in tutte le fasce d'età. 

Grande base di utenti per "Libra" in Svizzera

Nonostante il declino di Facebook, la base di utenti per l'introduzione della prevista valuta digitale "Libra" è grande. L'azienda di Mark Zuckerberg raggiunge l'80% della popolazione svizzera dai 15 anni in su con i suoi servizi Facebook, Instagram e Whatsapp. Tra gli under 40, quasi tutti (95%) usano almeno una piattaforma dell'universo Facebook. Il servizio di messaggistica Whatsapp rappresenta la quota maggiore. Più di tre quarti della popolazione (77%) usa solo Whatsapp. Instagram e Facebook difficilmente portano al gruppo di Facebook un'ulteriore portata. 

Gli altoparlanti intelligenti sono conosciuti, ma ancora poco utilizzati

Gli altoparlanti a controllo vocale come Amazon Echo, Google Home o Apple HomePod sono noti agli svizzeri: Poco meno del 40 per cento sa cosa sono questi altoparlanti intelligenti. Tuttavia, solo una minoranza assoluta li usa davvero. Meno del 3% della popolazione parla almeno occasionalmente con uno smart speaker. Non sono nemmeno 170.000 persone.

Grafik2_Nutzung-elektronische-Geräte_alle-Personen

Il Studio Digimonitor dal 2014 rileva annualmente l'uso dei media e dei dispositivi elettronici in Svizzera. I dati sono rappresentativi dell'intera popolazione della Svizzera tedesca e francese dai 15 anni in su, perché vengono intervistati anche gli off-line e le persone senza un collegamento fisso. A nome del gruppo d'interesse dei media elettronici IGEM e WEMF, il Link Institute ha intervistato telefonicamente nel 2019 1786 persone, di cui 1034 nella Svizzera tedesca e 752 nella Svizzera francese. L'intervallo di confidenza è un massimo di +/- 2,3 punti percentuali.

(Visitato 79 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento