Ringier Advertising e Brand Metrics misurano il brand lift delle campagne di marca

Ringier Advertising ha stretto una partnership con Brand Metrics. Insieme vogliono supportare gli inserzionisti svizzeri nel dimostrare il brand lift ottenuto dalle campagne pubblicitarie.

L'algoritmo utilizza una semplice domanda con cinque opzioni di risposta per fornire informazioni affidabili sull'impatto qualitativo della pubblicità. Ringier Advertising e Brand Metrics lo hanno scritto in una dichiarazione congiunta. L'algoritmo può essere applicato alla pubblicità nativa, alla pubblicità display e agli spot. La raccolta dei dati avviene direttamente sui siti web degli editori, dove agli utenti selezionati viene chiesto il loro atteggiamento nei confronti del marchio. I risultati sono poi assegnati ai quattro KPI Brand Awareness, Consideration, Brand Preference e Purchase Intent, mentre allo stesso tempo viene fatto un confronto di benchmark di settore.

Il portafoglio di Ringier Advertising comprende le testate svizzere di proprietà di Ringier e Ringier Axel Springer Switzerland, nonché portali esterni come Bluewin.ch e Le Temps. Attraverso la sua collaborazione con Brand Metrics, l'azienda mira a dimostrare l'efficacia delle misure di pubblicità digitale.

Attraverso l'algoritmo, gli editori dovrebbero essere in grado di dimostrare costantemente l'efficacia delle loro misure sulla base delle cifre chiave definite dagli inserzionisti. Questo viene fatto registrando il brand lift e confrontandolo con un benchmark, indipendentemente dalla portata e dal costo della campagna.

Per esempio, in una recente campagna per L'Oréal di Ringier Advertising e Brand Metrics, Brand Metrics ha rivelato nel giugno 2021 che è stato raggiunto un brand lift su tutti e quattro i KPI. Si è scoperto che il marchio di skincare La Roche-Posay è posizionato in modo molto forte rispetto ad altri marchi di bellezza nei KPI Considerazione e Preferenza del marchio, che sono a metà dell'imbuto del marchio, ma piuttosto debole nell'Intento di acquisto.

"Per i nostri clienti, né i tassi di clic né le impressioni sono decisivi. Tuttavia, a causa della mancanza di alternative, l'industria si è concentrata troppo a lungo proprio su questi valori", spiega Thomas Passen, amministratore delegato di Ringier Advertising. "Gli inserzionisti hanno urgente bisogno di prove che stiano raggiungendo i loro obiettivi specifici attraverso la pubblicità. Lavorando con Brand Metrics, assicuriamo l'efficacia delle campagne di marca e mostriamo come possono essere migliorate in base agli obiettivi individuali. Questo è prezioso per le riunioni di consultazione con tutti i nostri partner pubblicitari".

"L'obiettivo principale dell'ultima campagna era quello di far conoscere ai consumatori svizzeri il marchio La Roche-Posay, che è raccomandato dai dermatologi di tutto il mondo. I risultati della misurazione chiariscono al nostro team del marchio cosa deve essere fatto per garantire che la prossima campagna abbia ancora più successo", aggiunge Frank Burkhardt, CMO di L'Oréal.

(Visitato 136 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento