FHGR e Maz entrano in cooperazione

Nell'ambito di una cooperazione, l'Università di Scienze Applicate dei Grigioni e la Scuola Svizzera di Giornalismo Maz offrono un corso avanzato di giornalismo orientato alla pratica. Le due istituzioni hanno firmato un accordo venerdì.

Alla firma del contratto: Ulrike Mothes, direttrice del corso di laurea Multimedia Production FHGR, Bruno Studer, direttore del dipartimento Applied Future Technologies FHGR, Jürg Kessler, rettore della FHGR, Martina Fehr, direttrice del Maz e Sonja Döbeli Stirnemann, vice direttrice del Maz (da sinistra a destra).

La UAS Graubünden e la Maz - Scuola svizzera di giornalismo sono lieti di annunciare che lavoreranno insieme ad un corso di specializzazione in produzione multimediale (MMP). La cooperazione si basa sul programma di laurea "Multimedia Production" presso la UAS Graubünden e i corsi di formazione continua Maz in giornalismo e combina sinergicamente le forze esistenti per creare una nuova offerta, le istituzioni scrivono in una dichiarazione congiunta.

Il nuovo "Maz Advanced Journalism" ha lo scopo di creare una specializzazione aggiuntiva in una materia fondamentale del programma di Bachelor, in cui gli studenti passano un anno a studiare intensamente i processi di lavoro giornalistico e le applicazioni pratiche, dall'identificazione dell'argomento e la ricerca alla preparazione delle statistiche e del data journalism alla gestione della comunità.

Con la nuova specializzazione Maz in giornalismo, gli studenti del corso di laurea in produzione multimediale della FHGR possono passare un anno a studiare intensamente i processi di lavoro giornalistico e le applicazioni pratiche.

Valore aggiunto per gli studenti

Uno stage editoriale integrato è quello di aumentare ulteriormente la rilevanza pratica del programma di bachelor Multimedia Production, continua. "La nuova offerta combina l'insegnamento delle conoscenze teoriche con l'applicazione diretta in modo ottimale. In questa immersione, gli studenti possono consolidare le loro competenze appena acquisite nel lavoro editoriale quotidiano e sottoporle a un prezioso controllo della realtà", spiega la direttrice di Maz Martina Fehr. Questa combinazione dovrebbe creare un valore aggiunto per entrambe le istituzioni.

 

(Visitato 78 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento