I bernesi vogliono una nuova rivista online per classificare gli argomenti

Da una nuova rivista online nella zona di Berna, i consumatori vorrebbero in particolare vedere una classificazione regolare delle questioni politiche e sociali. Questo è il risultato di un sondaggio non rappresentativo del movimento "Courage Civil".

Secondo "Courage Civil", 2935 persone hanno partecipato al sondaggio tra febbraio e marzo 2021. Secondo le sue stesse informazioni, il movimento vuole garantire la diversità dei media nell'area metropolitana di Berna, soprattutto sullo sfondo della fusione delle redazioni diConfederazioneeGiornale bernese.

La stragrande maggioranza degli intervistati vorrebbe vedere una nuova rivista online nella grande area di Berna che mantenga una distanza critica da tutti gli attori dell'arena politica. Solo il 14% ha optato per un mezzo che guarda gli eventi da una prospettiva di sinistra o borghese.

L'interesse per i temi nazionali e internazionali è leggermente superiore a quello per le storie regionali o locali, secondo il sondaggio a disposizione dell'agenzia di stampa Keystone-SDA. Le sezioni affari e sport hanno riscontrato poco interesse tra gli intervistati.

Oltre alla classificazione dei temi politici e sociali, i lettori intervistati apprezzerebbero anche la copertura di temi culturali, come mostra ulteriormente il sondaggio.

Quasi un quarto degli intervistati era a favore di un mezzo senza pubblicità. Al 69 per cento, l'accettazione della pubblicità chiaramente dichiarata come i rapporti pubblici o la pubblicità nativa è alta, concludono i responsabili di "Courage Civil".

Due terzi degli intervistati sarebbero disposti a pagare tra i 40 e i 100 franchi per un abbonamento. Un quinto pagherebbe anche più di 100 franchi.

Dei 2935 partecipanti, il 66% sono uomini, il 33% donne e l'1% diversi. Praticamente tutti consumano i media bernesi. Circa il 60 per cento ha una laurea o un'università di scienze applicate. L'85% proviene da una città o da un agglomerato.

Secondo le sue stesse informazioni, "Courage civil" è stata fondata nel 2018 durante la campagna per l'iniziativa No Billag. L'amministratore delegato è Mark Balsiger, un consulente politico e autore di libri di Berna.(SDA)

(Visitato 66 volte, 2 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento