Blick e 20 Minuten hanno violato la privacy nel caso di omicidio

Il Consiglio della stampa ha rimproverato le piattaforme online di Blick e 20 Minuten per la violazione della privacy e la segnalazione dell'identità. Lo sfondo è la cronaca di un omicidio: in Buchs SG, un uomo aveva presumibilmente ucciso la sua compagna.

I due media online avevano pubblicato delle foto del luogo dove era stato commesso il reato. Le foto mostravano l'edificio al primo piano del quale si trovava l'appartamento della coppia. Il Consiglio della stampa ha approvato una denuncia, come ha annunciato giovedì.

Entrambi i media hanno anche pubblicizzato il fatto che l'uomo lavorava nella pizzeria sottostante e hanno dato il nome alla strada. Così, il luogo di residenza e di lavoro dell'uomo era rapidamente riconoscibile a terzi. Quindi, in questo caso, si trattava di una segnalazione identificativa.

Secondo il Consiglio della stampa, anche la privacy della coppia è stata violata dalla segnalazione. IlVediaveva pubblicato una foto scattata attraverso la porta d'ingresso vetrata del luogo del delitto. Oggetti privati potevano essere visti nel corridoio.

Il balcone è la privacy

20 minutiaveva pubblicato una foto del balcone, che non era visibile dalla strada. In entrambi i casi, il Consiglio della stampa ha concluso che sia l'area d'ingresso che il balcone appartenevano alla sfera privata delle persone interessate. In entrambi i casi, il consenso sarebbe stato quindi necessario.

L'argomentazione di20 minutiIl Consiglio della stampa considera l'affermazione che in certi contesti è lecito mostrare la casa dei sospettati di un femminicidio come una "affermazione puramente protettiva". Il rapporto non menziona il termine femminicidio né spiega o elabora il fenomeno.(SDA)

(Visitato 111 volte, 3 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento