Annabelle pubblica lo studio femminile "Annajetzt" per il suo rilancio

La nuova Annabelle sta per decollare. La rivista e il sito web sono stati rilanciati e una nuova sede editoriale e di eventi è stata aperta nel Viadukt di Zurigo. Contemporaneamente al rilancio, Annabelle lancia lo studio femminile "Annajetzt".

Come valutano le donne svizzere lo stato della parità 50 anni dopo l'introduzione del suffragio femminile? Quanto sono soddisfatti della loro situazione professionale e privata nel 2021? Poco prima della Giornata Internazionale della Donna e per il rilancio delAnnabelleSotomo ha intervistato oltre 6200 donne nella Svizzera tedesca. "Annajetzt", il più grande sondaggio tra le donne della Svizzera tedesca, mostra in quali settori le donne oggi vedono un urgente bisogno di azione nella politica e nella società e fornisce un quadro completo dello stato d'animo delle donne, dalle richieste di uguaglianza all'immagine femminista di sé fino alle questioni conflittuali nei rapporti di coppia o agli aspetti della sessualità.

 

Vita lavorativa e indipendenza finanziaria: urgenza di agire

Le donne svizzere di lingua tedesca vedono il maggior bisogno di azione in materia di uguaglianza nel mondo del lavoro. Solo il 40% considera raggiunta la parità nella vita professionale. Al primo posto c'è la richiesta di pari salario per pari lavoro. Qui, l'85% degli intervistati vede un bisogno urgente di azione. Il 72% degli intervistati crede che gli uomini abbiano ancora più vantaggi delle donne in Svizzera. Questo è uno dei valori più alti del mondo occidentale.

Anche se le donne percepiscono sicuramente dei progressi nella realizzazione dell'uguaglianza in Svizzera, il sondaggio sulle donne "Annajetzt" rivela delle zone di tensione. C'è una forte consapevolezza che le donne dovrebbero essere più coinvolte economicamente e che la sicurezza finanziaria in età avanzata è un problema particolare. Le donne più anziane in particolare dicono alle donne più giovani che dovrebbero rimanere impiegate nonostante la maternità e prendersi cura dei propri affari finanziari.

 

Modelli di valore radicati e "carico mentale

Tuttavia, è evidente che gli schemi di valori classici sono fortemente radicati nella mente delle donne svizzere di lingua tedesca. Per esempio, il carico di lavoro ideale per le famiglie è l'80% per il padre e il 50% per la madre. Questo è lontano dalla tradizionale divisione dei ruoli 100:0, ma cementa la dipendenza finanziaria della madre. Nemmeno la metà delle donne in età lavorativa intervistate potrebbe attualmente finanziare le proprie spese di vita, e una su cinque crede che non sarebbe in grado di separarsi a causa di questo.

L'ineguale distribuzione del lavoro retribuito ha come conseguenza che una gran parte dei compiti in casa è lasciata alle donne. Più dell'80% delle donne dichiara di fare molto di più del proprio partner quando si tratta di organizzare la vita domestica e privata. È notevole che le donne che lavorano a tempo pieno soffrano anche molto del cosiddetto "carico mentale". Questo indica che i classici modelli di valore persistono anche tra molti uomini. L'indagine sulle donne "Annajetzt" mostra che, oltre alle misure politiche, la rottura degli schemi classici di valore può avere un ruolo importante nell'eliminazione delle disuguaglianze di genere esistenti.

 

Soddisfazione, partnership e sessualità

La soddisfazione delle donne per la loro situazione di vita dipende fortemente dalla loro situazione familiare e domestica. Le donne nelle famiglie sono per lo più soddisfatte della loro situazione familiare, ma significativamente meno soddisfatte del loro lavoro e del loro tempo libero. Le donne in famiglie di coppia senza figli, d'altra parte, sono le più soddisfatte in generale. La pandemia di Corona ha rafforzato la famiglia e le relazioni e ha avuto un impatto particolarmente negativo sulle donne che vivono sole.

Se guardiamo la soddisfazione delle donne per la loro vita sessuale, spiccano soprattutto i punti negativi. Solo quattro donne su dieci considerano la loro vita sessuale soddisfacente. Tre donne su quattro hanno già fatto sesso per fare un favore a qualcuno. Una donna svizzera di lingua tedesca su tre ha fatto sesso senza consenso esplicito. La percentuale di donne che hanno subito violenza sessuale almeno una volta nella loro vita è altrettanto alta.

 

Rilancio: nuova rivista, sito web e sede

Il nuovoAnnabelleè sul punto di un nuovo inizio dopo un anno di transizione e sviluppo e sotto una nuova proprietà. Con il rilancio della rivista e del sito web e l'apertura della nuova sede editoriale e degli eventi nel Viadukt di Zurigo. Il rilancio di Annabelle viene lanciato contemporaneamente alla presentazione di "Annajetzt". Il nuovo Annabelle sarà pubblicato per la prima volta venerdì. Anche la campagna di rilancio inizierà allora.

"I risultati dello studio ci hanno sostenuto nel nostro piano per lavorare con il nuovoAnnabelleoffrire una rivista femminile per tutte le donne in tutta la loro diversità". enfatizzaAnnabelle-capo redattore Jacqueline Krause-Blouin e aggiunge "dopo aver ascoltato le donne della Svizzera tedesca, ora vogliamo offrirvi una piattaforma per parlare anche tra di voi".

La raccolta dei dati per il sondaggio sulle donne"Annajetzt"ha avuto luogo tra il 21 e il 31 gennaio 2021. La popolazione di base del sondaggio è la popolazione residente femminile della Svizzera tedesca di 16 anni e più. Il sondaggio è stato condotto online. I dati di 6.280 partecipanti donne sono stati presi in considerazione per la valutazione. La ponderazione assicura un alto grado di rappresentatività per la popolazione femminile della Svizzera tedesca di 16 anni e più.

(Visitato 262 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento