NZZ e Watson.ch riportano la maggior parte delle critiche su Corona

Da quando Corona ha dominato i titoli dei giornali, i media sono stati confrontati con accuse per la loro copertura di Corona. Sono troppo fedeli allo Stato, diffondono troppo panico. Ciononostante, la popolazione svizzera dà loro dei voti passabili. Il "Tagesschau" della SRF è il migliore. Anche la NZZ si posiziona in alto nel tableau e, insieme a Watson.ch, è considerata la voce dei media che riporta più criticamente il tema Corona, secondo un sondaggio di Marketagent Svizzera.

collage-coronaberichterstattung

Il sondaggio rappresentativo online è stato condotto da Marketagent Svizzera tra il 7 e il 16 gennaio 2021. Nel processo, a 755 persone tra i 14 e i 74 anni nella Svizzera tedesca è stato chiesto di valutare la qualità dei servizi dei media della Svizzera tedesca sul tema Corona e di valutarli secondo criteri selezionati. Nel giugno 2020, l'Istituto ha già condotto un sondaggio comparabile. Come allora, anche questa volta nessun mezzo ha ottenuto il massimo dei voti, ma nessuno è stato valutato come molto scarso. 

Le riviste di notizie della SRF hanno di nuovo ricevuto i migliori voti. SRF "Tagesschau", per esempio, ha ottenuto un punteggio medio di 4,6 (giugno 2020: 4,7) - con due terzi degli intervistati che valutano il reporting di Corona come 5 o 6 e solo l'8% come 1 o 2. La rivista SRF "10vor10" (4.5; giugno 2020: 4.6), Srf.ch/news (4.5; giugno 2020: 4.5) e "Schweiz aktuell" (4.4; giugno 2020: 4.5) seguono quasi alla pari. 

 

Vedi porta il posteriore

Nel settore dei giornali, il NZZ in cima alla tabella dei punteggi con 4,4 (giugno 2020: 4,3), seguito dal Tages-Anzeiger (4.2; giugno 2020: 4.2) e dal Confederazione (4.0; giugno 2020: 4.2). Il NZZ è stato valutato 5 o 6 da ben oltre la metà e solo il 10 per cento lo ha valutato 1 o 2. 

In coda, come già nel giugno 2020, c'è il Vedi con un voto medio di 3,5 (giugno 2020: 3,4). Solo un quarto dei suoi lettori ha assegnato i voti 5 o 6, quasi altrettanti hanno assegnato i voti 1 o 2. Circa la metà ha valutato il Vedi Rispetto a tutti gli altri media, questa è la percentuale più alta di un voto nella gamma da 3 a 4.  

 

SRF "Tagesschau": competente, ma credente allo stato

Ma la popolazione svizzera dove classifica i media intervistati secondo i criteri "obiettivo/indipendente", "fedele allo Stato", "competente", "spaventoso/eccitato", "aggiornato", "critico"? 

I media che sono stati valutati con un punteggio complessivo rispettabile hanno anche maggiori probabilità di essere considerati obiettivi, competenti e aggiornati. La SRF "Tagesschau", per esempio, ottiene un alto punteggio su questi criteri con valutazioni di approvazione del 31, 42 e 48 per cento rispettivamente. Il suo rapporto su Corona, tuttavia, non è considerato critico dalla grande maggioranza - solo il 13% è d'accordo con il criterio "critico". Inoltre, l'ammiraglia della televisione svizzera - più di ogni altro media intervistato - è anche considerata più fedele allo Stato (accordo: 26%). 

Diverso il NZZSi giudica comparativamente di avere poca fiducia nello Stato (approvazione: 16%). In termini di competenza, il giornale ha il più alto indice di approvazione (approvazione: 45%). Si ritiene anche che abbia una buona parte di segnalazioni critiche (approvazione: 27%). 

Tutti gli altri media intervistati mostrano valori inferiori al 20% in termini di segnalazioni critiche - ad eccezione di Watson.ch e SRF "Echo der Zeit" (accordo: 27% e 20% rispettivamente). 

 

20 minuti ottiene punti per l'attualità 

Il mezzo con la maggiore portata, 20 minutiriceve un voto complessivo insoddisfacente di 3,8, ma con il 45% di approvazione un valore alto per quanto riguarda l'attualità. Solo SRF "Tagesschau" e Srf.ch/news sono giudicati ancora più aggiornati. Inoltre, la segnalazione di Corona di 20 minuti e soprattutto del Vedi come spaventoso rispetto agli altri media (accordo: 33% e 41% rispettivamente). 

Nel Sondaggio dell'istituto di ricerca d'opinione Marketagent.com è stato chiesto esclusivamente come si valuta la qualità delle relazioni sul tema Corona. Sono stati intervistati i più importanti quotidiani svizzero-tedeschi (stampa e/o online) e i programmi televisivi e radiofonici. La qualità delle relazioni è stata valutata dagli intervistati da 6 a 1 (6=molto buona, 1=molto scarsa). Bisogna tener conto del fatto che solo le persone che hanno dichiarato di usare il rispettivo mezzo lo hanno effettivamente valutato.  

(Visitato 99 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento