Numeri record alla SRF a causa del virus della corona

Il bisogno di informazione della popolazione svizzera sul coronavirus ha portato alla SRF cifre record: La "Tagesschau" di martedì sera ha raggiunto 1,35 milioni di spettatori. Questo corrisponde a una quota di mercato del 69,3 per cento.

srf_arrows_up

Questo significa che di tutti gli abitanti seduti davanti alla televisione o ad un altro ricevitore in quel momento, poco meno del 70 per cento stava guardando il "Tagesschau". Tali cifre sono di solito raggiunte solo da una finale della Coppa del Mondo di calcio.

In tempi tranquilli, il "Tagesschau" fa circa il 50% di quota di mercato. Anche il programma speciale "Tagesschau spezial" con ulteriori informazioni sulla crisi di Corona, che è stato trasmesso martedì, ha raggiunto un impressionante 960.000 spettatori, che corrisponde a una quota di mercato del 49,3 per cento.

 

"Enorme costernazione"

Il caporedattore della TV Tristan Brenn ha descritto queste cifre come "straordinarie" quando gli è stato chiesto dall'agenzia di stampa Keystone-SDA mercoledì. Questo riflette l'enorme bisogno di informazioni e la preoccupazione della gente.

La SRF sta riprendendo sempre più la vecchia funzione di "falò", anche a parte i programmi puramente informativi. Poiché la maggior parte della vita quotidiana della popolazione si svolge all'interno delle proprie quattro mura, la SRF ha adattato la sua programmazione di conseguenza.

 

"Di nuovo insieme"

Il sabato sera, SRF1 trasmette "Zäme dihei". I concerti sui divani e le trasmissioni nelle case della popolazione servono a distrarre. I bambini e i giovani - o i loro genitori - saranno sostenuti dalle stazioni SRF nell'apprendimento a distanza e nelle attività del tempo libero.

Coloro che amano guardare i programmi sportivi dovranno accontentarsi di meno la prossima settimana. Poiché non ci sono quasi eventi, "Sportaktuell" sarà sostituito da un molto più breve "Sportflash".

Come le altre società di media, anche la SRF ha mandato la maggior parte del suo personale a casa nei loro uffici. Finora, questo ha avuto un impatto notevole solo sulla programmazione nella Svizzera orientale: alla radio SRF 1, "Regionaljournal Graubünden" sarà integrato in "Regionaljournal Ostschweiz" da questa settimana. Questo permetterà di continuare ad adempiere al mandato di informazione. (SDA)

(Visitato 51 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento