La Repubblica riceve nuovo denaro - il 2020 è assicurato

Secondo la NZZ am Sonntag, la rivista online ha raccolto i fondi per poter affrontare il prossimo anno senza drastiche misure di risparmio.

republik

All'inizio del 2019, il RepubblicaEntro la metà dell'anno, cercheranno un donatore che inietterà un milione di franchi. Come il NZZ di domenica rapporti, questo sembra essere riuscito. Sylvie Reinhard, presidente del consiglio di amministrazione, ha detto al giornale che il secondo round di finanziamento è "vicino al completamento" e che i primi contratti sono stati firmati. Le informazioni saranno fornite alla riunione generale di dicembre.

 

Espansione dopo l'hype iniziale

La rivista online è stata lanciata nel 2018 con un capitale di 7,3 milioni di franchi. La metà è venuta dagli investitori, l'altra metà dai numerosi abbonati che pagano 240 franchi all'anno per il giornale puramente digitale. Dato che in questo modo è stato raccolto più denaro del previsto, il Repubblica ha continuato a reclutare giornalisti. 50 persone hanno condiviso 36 posizioni a tempo pieno all'inizio del 2019. Costo al mese: secondo NZZ di domenica 540.000 franchi. Poiché ci sono state diverse partenze nella gestione, le voci hanno cominciato a circolare presto che il futuro dell'apprezzato progetto mediatico era in cattive acque.

 

Molti abbonati - ma non ancora abbastanza

Come appare al momento, il Repubblica Ma la rivista non si sta esaurendo per il momento. Oltre al nuovo denaro degli investitori, la rivista ha anche ridotto i costi (nuovo: 44 persone e 32 posizioni a tempo pieno) e, dopo una temporanea stasi, ha guadagnato molti nuovi abbonati. Attualmente ce ne sono 19.000. Un numero considerevole, ma ancora troppo poco per entrare in attivo. Secondo il presidente Reinhard, 24.000 abbonamenti sono necessari per andare in pareggio.

 

Con il prototipo, la disillusione è arrivata dopo due anni

Il NZZ di domenica dubita che la Repubblica possa superare questo ostacolo. Alla fine dell'anno, molti lettori si troverebbero di fronte alla decisione se rinnovare il loro abbonamento. Quanti lo faranno è un'ipotesi. Nel caso del modello olandese Republic Correspondent, molti lettori hanno abbandonato la nave dopo due anni, anche se avevano rinnovato il loro abbonamento dopo un anno. Il motivo: dopo due anni, la volontà di sostenere la rivista è crollata - a un certo punto, conta solo la soddisfazione per il prodotto giornalistico.

È del tutto possibile che i sottoscrittori del Repubblica continuerà ad essere presente. La rivista si è evoluta ed è diventata più orientata al lettore. È diventato più chiaro e accessibile, offre più notizie e allo stesso tempo continua a concentrarsi sulle informazioni di base. I lunghi testi quasi opprimenti dei primi tempi sono diventati più brevi e più facili da leggere. Il NZZ di domenica trova, tuttavia, che le primeurs sono ancora scarse. La ricerca con valore di notizia è qualcosa che molti lettori si aspettano dalla rivista online indipendente e puramente giornalistica.

Altri articoli sull'argomento