Controversia tra Tamedia e i sindacati: il tribunale arbitrale decide sul piano sociale a Le Matin

Un tribunale arbitrale deciderà sul piano sociale per le 41 persone che sono state licenziate con la cessazione della versione stampata del giornale svizzero di lingua francese Le Matin. 

tamedia-le-matin

Dopo mesi di blocco, la casa editrice Tamedia e i sindacati Impressum e Syndicom hanno raggiunto un accordo sulle modalità, come hanno annunciato in un comunicato congiunto mercoledì. Un quadro è stato definito in modo che la procedura possa andare avanti e che si possa ottenere un rapido successo per le persone colpite, hanno detto. 

Dopo l'uscita di Le Matin a luglio, i dipendenti e la casa editrice non sono riusciti a concordare un piano sociale. Il codice delle obbligazioni (articolo 335j) prevede allora la nomina di un tribunale arbitrale per decidere un piano sociale vincolante ed efficace, ha spiegato l'avvocato Michel Chavanne, che rappresenta gli interessi dei dipendenti, all'agenzia Keystone-SDA.

Questo tribunale sarà composto da tre persone. Ogni parte - datore di lavoro e dipendente - nominerà una persona e questi due "arbitri" sceglieranno insieme il terzo membro che presiederà il panel. Ci sarà poi uno scambio di documenti ed eventualmente delle udienze. "La nostra speranza è di raggiungere un risultato entro circa sei mesi", ha continuato Chavanne. (SDA)

(Visitato 30 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento