Sollievo in Ticino dopo il No alla proposta No-Billag

Piuttosto sorprendentemente, l'iniziativa No Billag è stata nettamente sconfitta anche nel Canton Ticino. Il 65,51 degli elettori ha respinto la proposta. Gli avversari hanno reagito con soddisfazione e sollievo, i tifosi con delusione.

no-billag-ticino

"Il governo ticinese è molto soddisfatto del risultato della votazione di oggi", ha annunciato il Consiglio di Stato ticinese in un comunicato stampa. Ciò significa che la popolazione si attiene all'attuale sistema di finanziamento delle emittenti radiofoniche e televisive, siano esse pubbliche o private.

Anche il presidente del governo, Manuele Bertoli, ha espresso sollievo per l'esito del voto quando gli è stato chiesto dalla SDA: "Non era prevedibile, ma ora il pubblico ha deciso chiaramente a favore dei servizi delle emittenti televisive e radiofoniche pubbliche e private". I prossimi passi del SRG devono ora essere ben pensati.

In precedenza, il consigliere degli Stati del CVP Filippo Lombardi e la consigliera nazionale del PS Marina Carobbio avevano già espresso il loro sollievo e la loro soddisfazione per il risultato alla SDA. Lombardi era molto soddisfatto, anche se "non ha mai dubitato che l'iniziativa sarebbe stata respinta anche in Ticino", come ha detto quando gli è stato chiesto. Ma il fatto che il risultato fosse così chiaro era naturalmente un motivo di gioia e mostrava quanto la popolazione fosse legata alla radio e alla televisione pubblica e avesse fiducia in essa.

Il direttore della radiotelevisione di lingua italiana RSI, Maurizio Canetta, ha detto con soddisfazione: "La ragione ha trionfato. I ticinesi hanno capito che ricevono quattro volte più soldi di quelli che consegnano in tasse di trasmissione".

I sostenitori dell'iniziativa sono delusi. In una dichiarazione, tuttavia, l'iniziatore ticinese Alain Bühler ha espresso ottimismo: almeno si è ottenuto che le tasse siano state abbassate e che sia stata avviata una discussione sulla SSR, i suoi servizi e la sua portata. (SDA)

(Visitato 19 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento