Wolfgang Büchner lascia Ringier

Wolfgang Büchner, amministratore delegato del Gruppo Blick, lascerà Ringier alla fine di ottobre 2016 per diventare Chief Content Officer presso la società di media Madsack di Hannover.

buechner
Ringier ha scritto questo in una dichiarazione di mercoledì. L'ex caporedattore dell'agenzia di stampa DPA, nonché di Der Spiegel e Spiegel Online, ha assunto il suo ruolo presso Ringier nel luglio 2015. Insieme ai caporedattori e ai loro team di gestione, è stato responsabile dell'ulteriore sviluppo delle pubblicazioni Blick, SonntagsBlick, Blick am Abend, Blick.ch e Blickamabend.ch. Il "giornalista europeo di punta" Büchner è sinonimo di rilevanza giornalistica da un lato e di trasformazione digitale dei marchi mediatici dall'altro, ha commentato Marc Walder, CEO di Ringier. allora il nuovo arrivato. Büchner è stato assunto per guidare la trasformazione digitale. Ora si dice che abbia rescisso prematuramente - settimane fa - il suo contratto, valido fino al 2017.

La NZZ am Sonntag ha già pubblicato dopo il Nomina di Christian Dorer come caporedattore del SonntagsBlick aveva previsto che l'unica opzione per Büchner fosse quella di andarsene. Infatti, con la sua decisione sul personale, Walder aveva decisamente ostacolato i piani di Büchner per una redazione comune del Blick. Il motivo: Dorer vuole dirigere una propria redazione. Secondo una "fonte affidabile", Büchner non era coinvolto nei colloqui, Walder aveva condotto le trattative con Dorer da solo. "Büchner è stato sconfessato in modo tale che la sua unica opzione è quella di andarsene", ha detto il giornale citando un membro della dirigenza.

Tuttavia, i rapporti tra Walder e Büchner si erano "raffreddati" da qualche tempo. Secondo quanto riportato dalla casa editrice, il capo di Ringier rimprovera a Büchner il fatto che le operazioni in redazione non si svolgano in modo regolare. All'interno della casa editrice, tuttavia, sono state espresse critiche anche sulla politica del personale di Walder, che assume continuamente nuovi giornalisti e direttori editoriali, prima elogiandoli e poi abbandonandoli. (hae)

(Visitato 23 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento