Südostschweiz si raggruppa

L'associazione dei media Südostschweiz sarà ristrutturata all'inizio del prossimo anno. Quattro titoli se ne andranno, come ha annunciato martedì la Südostschweiz. Andrea Masüger, CEO Südostschweiz Medien, commenta a Werbewoche.ch.

Dal 1° gennaio 2014 l'associazione dei media Südostschweiz comprende le testate regionali Südostschweiz Graubünden, Südostschweiz Glarus, Südostschweiz Gaster und See, March Anzeiger, Höfner Volksblatt e Sarganserländer. I titoli Werdenberger & Obertoggenburger, Bote der Urschweiz, Liechtensteiner Vaterland e Rheintalische Volkszeitung lasceranno l'associazione.

Il Südostschweiz-Verbund esiste dal 1997 e comprende i titoli sopra menzionati. Il suo termine è limitato alla fine del 2013. Le testate che ora fanno parte dell'associazione hanno negoziato un nuovo accordo di cooperazione a partire dal 1° gennaio 2014, che riguarda essenzialmente la sezione di copertina editoriale comune prodotta a Coira, nonché la commercializzazione da parte della società pubblicitaria Südostschweiz Publicitas. Publicitas continuerà a fungere da intermediario per l'associazione. Gli editori uscenti hanno deciso di entrare in una cooperazione con il gruppo di media NZZ.

La futura area della Svizzera sud-orientale si estende dalle valli meridionali dei Grigioni all'alto lago di Zurigo e comprende i cantoni dei Grigioni e di Glarona, il Sarganserland nella valle del Reno sangallese, ampie parti della pianura della Linth sangallese e la regione di Ausserschwyz. Si tratta di un'area economicamente autonoma sull'importante asse nord-sud lungo le autostrade A3 e A13, che sarà molto attraente per i pubblicitari. La circolazione dell'associazione è di 82'083 copie. La portata è di circa 160'000 lettori. Attualmente si stanno elaborando interessanti offerte pubblicitarie per la nuova associazione di giornali per l'industria pubblicitaria.

PastedGraphic-1_0
Andrea Masüger, CEO Südostschweiz Medien, a cui appartiene anche Werbewoche.

Werbewoche: Andrea Masüger, come si è arrivati alla situazione attuale?
Andrea Masüger: Che il Werdenberger & Obertoggenburger (WO) e la Rheintalische Volkszeitung (RVZ) lasceranno il Südostschweiz Medien Verbund - il WO appartiene al gruppo NZZ e la RVZ lavora a stretto contatto con il Rheinthaler (sempre NZZ) - ci era chiaro al più tardi quando entrambi si sono uniti alla nuova Ostschweiz am Sonntag. Quando questi titoli si sono uniti al gruppo Südostschweiz anni fa, erano ancora indipendenti.

Perché il Liechtensteiner Vaterland se ne va?
Non conosco i motivi esatti. Abbiamo negoziato con loro e gli abbiamo fatto quella che pensavamo fosse una buona offerta. Perché ora vanno a San Gallo, non lo so.

Perché il Bote der Urschweiz lascia l'associazione?
Il Bote non fa parte della NZZ. Hugo Triner, l'editore, ha una certa vicinanza a Lucerna e si può supporre che la situazione concorrenziale nella Svizzera centrale cambierà. È ovvio che succederà qualcosa con la Neue Schwyzer Zeitung, che è un giornale di testa della Luzerner Zeitung. Questo dovrebbe portare a una scossa del mercato e Triner può trarre profitto dalla nuova situazione. (Addendum dell'editore: Werbewoche.ch sulla nuova situazione del messaggero di Urschweiz)

Cosa significa la nuova situazione per la tipografia di Haag?
Abbiamo contratti a lungo termine con la tipografia di Haag. I singoli partner che finora hanno stampato ad Haag continueranno a rimanerci. Poi vedremo. Il Bote der Urschweiz ha comunque una propria tipografia.

Come vede la nuova situazione?
Tra i quotidiani, rimaniamo tra i primi dieci in termini di circolazione e di lettori. Alcune sovrapposizioni nella Valle del Reno sangallese e nella Svizzera centrale vengono eliminate, l'area diventa più omogenea e anche più chiaramente definita per il settore pubblicitario. Questo corrisponde anche a un desiderio dei nostri inserzionisti. La nuova grande circolazione con 190.000 lettori è anche un'offerta interessante per il settore pubblicitario. Entriamo nella nuova situazione con ottimismo.

Intervista: Pierre C. Meier

 

(Visitato 18 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento