Google: Larry Page torna al vertice dell'azienda

Il co-fondatore Larry Page sta tornando al vertice di Google. Il 37enne succederà a Eric Schmidt il 4 aprile.

La supervisione quotidiana di un adulto non è più necessaria, ha twittato il 55enne Schmidt, poco dopo che Google ha lanciato la bomba. Schmidt ha preso il timone dieci anni fa perché gli investitori di Google chiedevano un manager più esperto. Ma ora gli anni di apprendistato sono finiti. Page, che era stato al timone dell'azienda per tre anni, è di nuovo al timone. Il suo partner Sergey Brin, nel frattempo, si occuperà dei nuovi prodotti. Page e Brin, ex colleghi universitari, hanno fondato Google nel 1998.

Nel 2001, i due hanno consegnato le redini della società a Schmidt, che era stato precedentemente a capo del fornitore di software Novell. Sotto la sua guida, Google è cresciuta da un'azienda emergente di ricerca su Internet in un gruppo tecnologico ad ampio raggio. Come presidente del consiglio di amministrazione, Schmidt rappresenterà principalmente l'azienda all'esterno. I ruoli sono ora più chiaramente definiti, ha detto Schmidt in una conferenza stampa a Mountain View, California, secondo SDA. Il precedente modo di prendere decisioni in comune era diventato troppo complicato, viste le dimensioni dell'azienda.

Profitto annuale di 8,5 miliardi di dollari

Google continua a guadagnare la maggior parte dei suoi soldi con la pubblicità online, soprattutto con il posizionamento preferenziale dei link agli inserzionisti nelle liste di successo di una ricerca su internet. L'azienda è anche ben posizionata nel business dell'internet mobile, dove Google ha lanciato il sistema operativo per cellulari Android. Nell'ultimo trimestre, il fatturato è aumentato del 26% a 8,4 miliardi di dollari, ha annunciato Google. L'azienda ha guadagnato 2,5 miliardi di dollari sulla linea di fondo, il 29 per cento in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Google ha quindi chiaramente superato le aspettative degli analisti. Il profitto annuale per il 2010 ha raggiunto 8,5 miliardi di dollari.

(Visitato 18 volte, 1 visita oggi)

Altri articoli sull'argomento