Formazione generale per i professionisti dell'auto

Fachzeitschriften Eine Drehscheibe für die Autobranche will Auto & Wirtschaft werden. Das Monatsmagazin wird im März lanciert.

Le riviste specializzate Auto & Wirtschaft vogliono diventare un hub per l'industria automobilistica. Il mensile sarà lanciato a marzo.
Chiunque voglia entrare in contatto con l'industria automobilistica non può fare a meno di Auto & Wirtschaft. Questo è l'obiettivo che Stefan Furler si è posto. Furler è il direttore della nuova rivista specializzata, che sarà pubblicata per la prima volta al Salone dell'Auto di Ginevra all'inizio di marzo. L'industria automobilistica svizzera conta circa 20000 aziende e 280000 dipendenti. Sono tutti i destinatari di Auto & Wirtschaft. Tutti coloro che hanno a che fare con le auto nel loro lavoro vengono indirizzati, dice Furler. Questo fa sì che il mensile non abbia rivali nel mercato dei lettori: finora esistevano solo pubblicazioni per sottosettori e interessi particolari. Il nuovo titolo è inteso come un centro neutrale per l'intero settore.
Furler definisce ciò che Auto & Wirtschaft offre ai suoi lettori "formazione generale in campo automobilistico". Gli importanti sviluppi economici e tecnici devono essere trasmessi in modo leggibile e concentrati sull'essenziale. "Quanto necessario per avere voce in capitolo, ma il meno possibile senza semplificare", così Furler descrive il concetto. Il motto della rivista è "servizio, servizio, servizio".
A garantirlo è un team di giornalisti esperti del settore automobilistico. Lo stesso Furler ha scritto in precedenza per diverse pubblicazioni di Tamedia. Stefan Donat è l'amministratore delegato di Autobild Schweiz, Peter T. Kläntschi è il segretario dell'associazione dei giornalisti automobilistici SVAJ. Roland Christen, conduttore dell'edizione francese di "Motorshow TCS" (Ringier-TV), fornisce la componente francofona. I suoi contributi sono in francese; inoltre, importanti articoli in tedesco sono corredati da una traduzione sintetica.
Nessuna concorrenza diretta
Con la sua pretesa di servire l'intero settore come piattaforma neutrale, Auto & Wirtschaft potrebbe rimanere da sola nel mercato dei lettori. Nel mercato pubblicitario le cose sono diverse. "Naturalmente, il nostro ingresso nel mercato non rende la torta della pubblicità più grande", afferma Stefan Furler. I nuovi titoli rosicchiano il fatturato di quelli già affermati. Ma Auto & Wirtschaft non considera nessuno dei giornali esistenti come un concorrente diretto, sottolinea il caporedattore: "Non vogliamo distruggere nessuno.
Furler ritiene che la risposta del mercato pubblicitario sia stata finora molto buona. Il primo numero sarà composto da 40 pagine editoriali e 20 pagine pubblicitarie. Ma Furler è consapevole che questo successo non deve essere sopravvalutato. Se Auto & Wirtschaft diventerà davvero la testata in cui ogni professionista dell'auto vuole leggere di sé, è qualcosa che la rivista deve prima dimostrare, dice. "Siamo nuovi e le aspettative sono grandi. La prova del nove deve ancora arrivare".
In quanto pubblicazione puramente business-to-business, Austria-ConnectionAuto & Wirtschaft è disponibile solo su abbonamento. L'editore punta a 6500 abbonati. L'editore è l'austriaco Helmuth Lederer, che possiede anche la piattaforma internet di auto Car4you. L'amministratore delegato di Car4you, Roger Dal Santo, assume anche la direzione di Auto & Wirtschaft Verlag AG. È previsto uno scambio di dati tra la rivista e la piattaforma online.
Il modello di Auto & Wirtschaft è l'omonima rivista austriaca. È stato pubblicato da circa 15 anni. Helmuth Lederer lo ha acquistato e riprogettato l'anno scorso. Secondo il caporedattore Stefan Furler, il concetto è stato "elvetizzato" per l'edizione svizzera. (sm)
Il primo numero del nuovo mensile Auto & Wirtschaft viene pubblicato a marzo con 40 pagine editoriali.
Stefan Furler
Stefano Monachesi

Altri articoli sull'argomento