Cosa significa in realtà "ricordare"?

Benno Maggi lo spiega nella sua rubrica "Cosa significa... in realtà?". termini del campo del marketing e della comunicazione. Questa volta spiega il verbo "andenken".

Da quando non c'è più pensiero nell'industria, ma solo pensiero? E perché? Il verbo irregolare è usato regolarmente in riunioni, workshop e sessioni di brainstorming e ha sostituito il leggendario "penso...". Ok, era anche fastidioso quando certe persone iniziavano ogni frase con "Penso...". Perché probabilmente ne avevano bisogno per potersi almeno sentire pensare quando nessun altro se ne accorgeva. Ma questa è un'altra storia.

Pensare ai progetti è sempre sufficiente

Così ora c'è solo il pensiero ovunque. Ma coloro che iniziano solo a pensare a qualcosa invece di pensarci seriamente e durevolmente qui e ora sono mal preparati o si sottraggono alla loro responsabilità. Il primo è ancora perdonabile. Con la velocità con cui tutto deve andare oggi, non c'è tempo per fare una buona ricerca su un argomento e per documentarsi. Sono finiti i tempi in cui si appariva ben preparati alle riunioni o si pensava ai compiti fino in fondo. La mentalità ad hoc è dilagante ovunque e diffonde frenesia e lavoro extra non necessari. Nel frattempo, i pochi che arrivano ancora ben preparati con suggerimenti solidi non sono più ascoltati nel coro "pensiamoci prima" dei loro membri del team e dei loro superiori.

Il secondo - eludere la responsabilità - è molto peggio. Coloro che pensano solo al posto di pensare non possono presumibilmente sbagliare. Dopo tutto, è solo pensato e non ha alcuna pretesa di durata. La fonte di questa inflazione di pensiero è il progetto, latino "proiectum", tradotto letteralmente "ciò che viene gettato in avanti o ciò che viene gettato giù". E sì, ovunque pullula di progetti in questo momento. Quasi nulla viene più pensato, pianificato o sviluppato a lungo termine nei dipartimenti e nelle agenzie di marketing. Non c'è da stupirsi in un settore in cui i live stream, le storie, i now-player e i messaggi istantanei sono in piena espansione. Dove il ciclo di vita delle agenzie dura di solito meno di cinque anni e gli anni di servizio dei clienti nei dipartimenti di marketing meno della metà. Non vale la pena pensare, solo pensare. Quello che esce è spesso spazzatura da fast-food o rifiuti speciali invece di souvenir per il futuro.


Benno Maggi è co-fondatore e CEO di Partner & Partner. Ha origliato l'industria per oltre 30 anni, scoprendo per noi parole e termini che possono essere usati per chiacchiere, pomposità, eccitazione, giocare a Scarabeo o semplicemente perché.

(Visitato 238 volte, 4 visite oggi)

Altri articoli sull'argomento